Lecce, i sindaci eletti/ Tricase al ballottaggio con De Donno e Zocco, a Casarano De Nuzzo sfiora la vittoria al primo turno. A Maglie conferma per Toma. Gli altri vincitori comune per comune

Martedì 22 Settembre 2020
Primi verdetti per le Comunali in provincia di Salento con i 20 Comuni chiamati al voto per scegliere i sindaci e rinnovare i Consigli. 

A Casarano, dopo circa la metà delle schede scrutinate, il candidato del centrodestra, Ottavio De Nuzzo, è nettamente avanti su Fedele Coluccia, sostenuto dai centristi. De Nuzzo, secondo i dati in possesso al momento dai comitati elettorali, sfiorerebbe il 50% dei voti. Coluccia starebbe intorno al 30-31%. Più indietro Antonella Barlabà (PD) e Marzia Ferraro (M5S).

Tricase va verso il ballottaggio. A contendersi la guida del comune al secondo turno - con 21 sezioni scrutinate al 40 per cento - saranno Antonio De Donno avanti con il 35, 21%, seguito da Carmine  Zocco con il 30.09%. Entrambi guidavano civiche orientate al centrosinistra. Seguono Giovanni Carità (19,71%) candidato per una civica con i Cinque Stelle e Donato Carbone (12,60%) candidato del centrodestra.

A Maglie Ernesto Toma fa il bis con una lista di centrodestra e stacca Antonio Refolo alla guida di una civica di centrosinistra. Molto più indietro Salvatore Ruberti a capo del Movimento 5 Stelle.  e Il sindaco uscente con quasi il 51% si tiene stretta la poltrona di primo cittadino. Tra i più suffragati e papabili assessori: Marco Sticchi, Antonio Fitto, Ronny Palma Modoni, Roberta Iasella e Maria Grazia Maggiorano.  

Surbo, dopo  27 mesi di commissariamento, ha un nuovo sindaco. Si tratta di  Ronny Trio, docente universitario, candidato sindaco della lista civica Cambiano Stagione. Ha avuto la meglio su un ex sindaco, Antonio Cirio, 69 anni, tecnico radiologo di professione, della lista Surbo Dinamica, e su l’imprenditore Nicola Donno, lista un’Altra Surbo.

Monteroni vince  Mariolina Pizzuto con uno scarto di pochi voti, rispetto a Gianluca Barba, Gianluca Lorenzo, il sindaco uscente  Angelina Storino e Piero Favale. Mancano ancora 4000 voti da scrutinare

A Racale il nuovo sindaco è Antonio Salsetti, "erede" della giunta di Donato Metallo: il consulente del lavoro, espressione della maggioranza uscente con la lista "Io Amo Racale, l'ha spuntata sull'imprenditore Davide Gaetani che era alla guida della lista "Noi siamo Racale". Venti i punti di distacco in percentuale quando mancano da scrutinare poche schede

A Veglie  Claudio Paladini, a capo della lista "Veglie Unita con Paladini", sindaco uscente sfiduciato lo scorso maggio a qualche settimana dalla fine del suo mandato elettorale, si riconferma primo cittadino della città nord salentina, battendo in volata  il dirigente medico Giovanni Carlà di   e Giovanni Carlà di Rilanciamo Veglie Progetto Comune.  Esiguo il distacco tra i due, pari a 140 voti: 2402 preferenze (27,50%) per Paladini contro 2.262 (25,89%) di Carlà. terza piazza su cinque liste contendenti, per l'odontoiatra Luigi Spagnolo di "Insieme si Può" che totalizza 1874 voti pari al 21,45%. Quarto posto per l'altro ex sindaco vegliese Fernando Fai che con la sua compagine "Scegliamo Veglie" conquista il 17,79% pari a 1.554 preferenze. Ultima piazza per il giovane Daniele Ascanio supportato dalla sua "Rete Indipendente" che conquista 270 voti, il 3,09%

A Uggiano La Chiesa  Andrea De Paola, capogruppo dell'opposizione uscente, con la lista civica “Obiettivo Comune” è il nuovo sindadaco. Ha avuto la meglio su Tonino Nicolazzo a capo della lista civica “Insieme per Cambiare” e assessore nell’amministrazione uscente di Uggiano La Chiesa, diretta negli ultimi dieci anni dal sindaco Salvatore Piconese. 

A Martano riconfermato il sindaco Fabio Tarantino che ha avuto la meglio su Cesare Conte. Vittoria bulgara con il 75% delle preferenze per il primo cittadino uscente.

Paolo Rizzo, con la lista civica “Avanti Insieme”, è il primo sindaco del nuovo comune Presicce-Acquarica nato dalla prima fusione avvenuta in Puglia. Netto il vantaggio: almeno 400 voti in più, al momento, sulle altre due liste concorrenti: “SìAmo la città” guidata da Antonio Rocco Duca e “Comune Impegno” di Giacomo Monsellato.

A Corigliano d’Otranto Dina Manti, sindaco uscente, batte gli sfidanti Tommaso Condò e Cristina Rota.

A  Porto Cesareo  Silvia Tarantino, ex vicesindaco alla guida della compagine Alleanza Civica, sarà il nuovo primo cittadino. La Tarantino imprenditrice cesarina, con alle sue spalle già due andati con il sindaco Salvatore Albano, ha la meglio per uno scarto percentuale di circa 8 punti su movimento politico Cambiare Rotta, capeggiato da Francesco Schito già consigliere comunale di minoranza. Terza piazza, con circa il 25% dei consensi, per l’altra donna in corsa, l’imprenditrice turistica Anna Paladini di SiAmo Porto Cesareo.


A Neviano vittoria per Fiorella Mastria, la docente di Lettere e figlia del sindaco uscente Silvana Cafaro,  con la lista civica "Sempre con te". La docente, alla sua prima esperienza politica, ha avuto la meglio su Luigi Stifani,alla guida di una civica di centrosinistra, su  Antonluca Iasi, a capo di una civica dove erano confluiti alcuni dissidenti dell'amministrazione uscente, e su  l'indipendente Adriano Napoli


Giovanni Casarano con 1.251 preferenze è il nuovo  sindaco di Sogliano: il preside alla guida della lista Liberi per Cambiare arriva dopo diversi mesi di commissariamento del Comune per infiltrazioni mafiose. Ha avuto la meglio su o sugli sfidanti  Angelo Polimeno (756) supportato dalla lista Rialziamoci e Roberto Cucco (716) della lista Uniti per la Conunità. 

Emanuele Solazzo si riconferma sindaco ad Arnesano. Sconfitta la competitor di centrosinistra Angelina Gerardi. Dopo un'iniziale incertezza nello spoglio delle prime schede, il primo cittadino uscente ha allungato con decisione verso il bis a Palazzo di Città con i voti decisivi del quartiere "Rione riesci". Solazzo, avvocato, guidava una civica di centrodestra. 

A Melpignano Ivan Stomeo, sindaco uscente, con due mandati, perde per tre voti. Nuovo sindaco è Valentina Avantaggiato, suo ex vice. Un risultato frutto anche dello spaccamento del Pd.

A Calimera il nuovo sindaco è Gianluca Tommasi a capo della lista "Calimera adesso". Sconfitta la sindaca uscente, Francesca De Vito.

Cutrofiano elegge Luigi Melissano, agronomo a capo della lista Cutrofiano Futura. Grande sconfitta è la lista di Sante Donno che al secondo posto presentava il sindaco uscente Oriele Rolli, dimessosi per correre alla Regione. Secondo arrivato l'ex vicesindaco, Lillino Masciullo

È Gianfranco Melcarne  con la lista " Gagliano sorgente", il nuovo sindaco di Gagliano del Capo.Lo spoglio non è ancora finito ma è troppo lo stacco  da" Gagliano attiva" con Antonio Ercolani candidato sindaco e da Riccardo Monteduro candidato sindaco con la lista " Rinascere comunità". Dunque, il successore di Carlo Nesca è il 47enne commercialista Gianfranco Melcarne alla sua prima esperienza politica.

A San Pietro in Lama (con 3 sezioni scrutinate su 4) vince  Vito Pietro Mello con oltre il 60 per cento delle preferenze con la lista “Con voi per San Pietro in L”, su Salvatore Tondo  con la lista “San pietro nel cuore”
  Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA