Copertoni, plastica e inciviltà: l'oasi delle Cesine trasformata in pattumiera

Domenica 2 Febbraio 2020

Dove non arriva la fantasia, arriva la realtà, che racconta spesso l'inciviltà. Ed ecco, allora, le immagini scattate da Ennio Scrimieri, otrantino componente dell'associazione Asd Salento Anglers, alle Cesine, oasi naturale del Wwf ed ecosistema protetto del Salento. Una montagna di spazzatura sulla spiaggia, a due passi dal mare. Non solo plastiche di ogni tipo che potrebbe anche aver portato il mare, con le mareggiate delle ultime settimane, ma anche sacchetti di spazzatura, copertoni - cioè rifiuti speciali - e chi più ne ha più ne metta.

Salento, ritorno alla natura: una chance di sviluppo
Cesine, spunta Maui il cigno nero - VIDEO
Distruggono piante e coltivazioni, allarme cinghiali nelle campagne: «Branchi sempre più numerosi»
 

Fotografie che fanno indignare e che dimostrano quanta strada ci sia ancora da fare lungo la strada della sensibilizzazione e del rispetto delle regole e dell'ambiente, che è di tutti e delle future generazioni innanzitutto.
 

 

Non è, peraltro, la prima volta che alle Cesine viene segnalata una situazione di questo tipo, segno che, forse, sarebbe necessario potenziare i controlli e il presidio dentro e intorno all'oasi protetta. La palla passa ai Comuni.

Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA