Smontati e rimontati 70 segnali stradali per far passare il maxi catamarano. Poi l'approdo a Gallipoli

Sabato 22 Febbraio 2020 di Vittorio CALOSSO
Sarà indubbiamente il fiore all'occhiello per le escursioni lungo la costa per la prossima stagione turistica, ma per la sua versatilità potrà essere utilizzata anche come sala galleggiante per cerimonie e altri servizi o eventi glamour dell'estate salentina. Si chiama Utopia il nuovo maxi catamarano che si appresta a diventare la nave ammiraglia della società Escursioni La Torre di Torre Vado, nel Salento, specializzata in turismo marittimo e noleggio imbarcazioni e gite in barca dal versante ionico a quello adriatico.

La nuova imbarcazione, modello catmarine 60 passengers, è stata ultimata nei giorni scorsi ed è ora pronta al varo che avverrà oggi lungo il litorale nord di Gallipoli, presso la darsena De Santis che insiste nelle vicinanze del bacino di Porto Gaio. A realizzare il lussuoso natante, lungo 18 metri per 7 metri di larghezza e una stazza di 35 tonnellate, l'equipe del cantiere navale Catmarine srl di Miggiano con l'impiego di maestranze e designer salentini e la progettazione affidata a professionisti di Lecce. L'Utopia, è stata trasportata dalla zona industriale di Miggiano, scortata con mezzi speciali, verso Gallipoli. Si tratta del più ingombrante trasporto eccezionale mai effettuato sulla viabilità pubblica nel basso Salento, che è stato effettuato con molta cautela, per circa 70 chilometri, risalendo da Miggiano verso la Lecce-Leuca per poi raccordarsi sulla Lecce-Gallipoli.



L'arrivo nelle darsena gallipolina è avvenuto stamane. Durante il percorso sono stati rimossi e poi rimontati circa una settantina di segnali stradali. Per sollevare il maxi catamarano sono state utilizzate due gru da 250 tonnellate e impiegate diverse vetture per la scorta tecnica. «La realizzazione della nave Utopia è da considerarsi un orgoglio non solo per noi, ma per tutto il Salento», spiega Gabriele Totisco di Catmarine. «Si tratta di un catamarano imponente per il trasporto di passeggeri che può portare fino a 110 persone, in completa sicurezza e con il comfort e la qualità di uno yacht di lusso. È equipaggiato con due motori da circa 300 cavalli ed è costituito da due ponti: il ponte principale, interamente coperto, è un ambiente unico con il pozzetto, ospita ampie sedute per i passeggeri e uno spazio a prua adibito a bar e ristorante. Il flydeck ospita ulteriori sedute e la console di comando. A prua è presente un comodo salottino prendisole e tutte le panche sono smontabili, per permettere di liberare lo spazio interno per feste e cerimonie e per esaltare la versatilità dell'imbarcazione». 

«Il trasporto è stata un'attività complessa che ha richiesto molta attenzione, considerato il volume del carico. Da parte del nostro ufficio tecnico una meticolosa attività di progettazione che ha trovato riscontro nella successiva realizzazione», ha dichiarato il project manager Giovanni Marraffa. Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio, 07:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA