Senza personale la casa di riposo dov'è morta un'anziana: tutti in quarantena. All'appello del sindaco rispondono in 80

Giovedì 26 Marzo 2020 di Maddalena MONGIò e Fernando DURANTE
Assistenti allo stremo delle forze e messi in quarantena nella casa di riposo di Soleto dove è morta un'anziana, positiva al coronavirus, e risultano contagiati 13 ospiti su un'ottantina di presenti, più cinque del personale di servizio. Pronti a presentare denuncia alla Procura di Lecce i parenti degli ospiti della casa di riposo “La Fontanella” di Soleto che, spiegano, «è totalmente priva di personale socio assistenziale necessario per garantire la cura medica e l’assistenza degli anziani sia nella cura della persona che nella somministrazione delle terapie farmacologiche prescritte e delle patologie che richiedono continuità nella sorveglianza medica e nella somministrazione dei pasti, mettendo in serio rischio la salute dei pazienti». Per questo motivo il sindaco Graziano Vantaggiato, ha lanciato via social un appello a reperire personale, tra medici, infermieri e oss. Una trentina di persone, la richiesta, alla quale hanno già risposto in ottanta.



Questo quanto riporta il primo cittadino nell’ordinanza con cui alla Asl di Lecce chiede di farsi carico della gestione della struttura che al momento vede in quarantena anche la direttrice. La situazione, già critica a partire da venerdì scorso dopo il caso di contagio di una 95enne di Serrano poi deceduta al Vito Fazzi di Lecce, è precipitata: alcuni hanno dato forfait, allo stremo delle forze, tutti gli altri messi in quarantena dall'Asl in ragione dei contagi registrati. Al momento, come detto, sono almeno 13 gli ospiti della casa di riposo contagiati e 5 fra le fila del personale. Ultimo aggiornamento: 27 Marzo, 12:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA