Armati di pinze e guanti per raccogliere i mozziconi: laboratorio urbano a Campi

Armati di pinze e guanti per raccogliere i mozziconi: laboratorio urbano a Campi
di Francesca PASTORE
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Ottobre 2021, 11:43 - Ultimo aggiornamento: 11:44

Un laboratorio urbano per ripulire il territorio dai mozziconi di sigaretta. Ma anche un prezioso momento di socializzazione, inclusione sociale ed educazione ecologica. 
Cambia Gesto Challenge” è l’azione di raccolta ecologica contro i mozziconi di sigaretta che prenderà il via oggi a Campi Salentina, si svolgerà tutte le domeniche sino al 19 dicembre, dalle 10 alle 12. 
Otto appuntamenti per una città pulita, un progetto rivolto ai ragazzi d’età compresa tra i 12 ai 17 anni, promosso dal Comune di Campi Salentina in collaborazione con l’Ambito, i servizi sociali, Equitare Salento e la partecipazione del Coordinamento Ambientale Salento e l’Associazione Pollicini Verdi Lecce. 

L'obiettivo del challenge


Obiettivo: una città da amare attraverso un gesto semplice e importante, non gettare i mozziconi di sigaretta a terra. Gli organizzatori sono convinti infatti che cambiare le proprie abitudini si può, basta portare a conoscenza di quanto siano dannosi ed inquinanti i filtri di sigaretta, che non si deteriorano e lasciano tracce nell'ambiente per decenni, come evidenziato dalla legge 221/2015.  La nicotina si disperde nei terreni, diventa tossica per animali e piante. Il laboratorio è importante perché aiuta anche a sensibilizzare i più giovani al problema dell’abbandono irresponsabile dei rifiuti e a sentirsi protagonisti per agire in prima persona.  

La raccolta precedente

Come funziona il laboratorio urbano


I ragazzi saranno riuniti in gruppi, percorreranno a tappe la loro città e la ripuliranno dalle sigarette per terra, nelle fioriere, nelle aiuole, armati di pinze e guanti. In due laboratori i ragazzi e le ragazze costruiranno degli speciali contenitori tascabili, per i mozziconi, da distribuire alla cittadinanza attraverso bar ed esercizi commerciali. L’evento è anche di inclusione sociale, perché prevede la partecipazione di ragazzi e ragazze che rientrano nella legge 104 (escluso il comma 3). Facilitatori saranno i pedagogisti presenti, ma anche Vituccia e Simona, un’asinella e un pony che si occuperanno, con operatori esperti, dell’avvicinamento ai meravigliosi animali di liberare basolato e aiuole dalle erbe troppo alte. Prenotazione/iscrizione obbligatoria al 340/5774219, mail  equitaresalento@gmail.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA