Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cimitero in stato di abbandono, l'assessore replica alle proteste:
«A giorni il via alla pulizia. E c'è un progetto per la sistemazione»

Cimitero in stato di abbandono, l'assessore replica alle proteste: «A giorni il via alla pulizia. E c'è un progetto per la sistemazione»
di Mirto DE ROSARIO
3 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2016, 18:55 - Ultimo aggiornamento: 21:30

Alle proteste di numerosi visitatori, quasi impossibilitati a raggiungere le proprie cappelle a causa di viali impraticabili, erbacce cresciute in modo eccessivo e sporcizia nella parte nuova del cimitero di Campi Salentina, risponde l’assessore ai Lavori Pubblici e al Patrimonio Comunale Angelo Sirsi, in difesa dell’amministrazione comunale accusata di trascurare la situazione del camposanto, e promette provvedimenti immediati per risolvere il problema.

«Voglio subito rassicurare tutti i cittadini sullo stato in cui versa il cimitero - spiega l’assessore Sirsi - visto che noi, al contrario di altri, abbiamo le soluzioni alla faccenda. Intanto posso dire che già la prossima settimana daremo il via alle operazioni di pulizia dalle erbacce.  Un intervento già programmato, ma che non poteva essere eseguito perché, per l’utilizzo delle somme relative, si doveva attendere l’approvazione del bilancio, cosa che è avvenuta solo tre giorni fa. Riguardo poi al completamento della parte nuova, la maggioranza di governo sta valutando e discutendo su una proposta davvero interessante. Si tratta eventualmente di attuare un project financing che un’azienda specializzata nel settore ha presentato lo scorso settembre. E’ uno strumento finanziario che ci consentirebbe di ultimare appunto i lavori praticamente a costo zero sia per i cittadini sia per la stessa amministrazione comunale. Altri comuni, come Lizzanello, Carmiano o Merine lo hanno adottato e hanno rimesso a nuovo i loro cimiteri. Per noi si parla di un intervento per complessivi quattro milioni di euro, che renderebbe quindi disponibile, fruibile ed attrezzato un bene fondamentale per la nostra città. A breve decideremo il da farsi».

Detto questo, Angelo Sirsi non risparmia una "stoccata" alle passate amministrazioni di centrodestra, colpevoli di aver impiegato i fondi destinati al completamento del cimitero per altre spese. «Ci tengo a ricordare - sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici - che se l’amministrazione di centrodestra negli anni passati non avesse utilizzato i 630mila euro destinati ai lavori del cimitero per altre spese correnti, forse oggi esso non si troverebbe in queste condizioni». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA