Bancarotta Genesia, condannato imprenditore 96enne

Venerdì 8 Novembre 2019 di Erasmo MARINAZZO
A 96 anni è stato condannato a 3 anni di reclusione e a 5 anni di interdizione dagli uffici pubblici. Tant'è che l'avvocato difensore al termine della lettura del dispositivo della sentenza ha commentato ironicamente: spero li sconti tutti. L'imputato è Giuliano Bovolato, classe 1923, residente a Meda (provincia di Monza Brianza).
La sentenza è stata emessa questa mattina dal Tribunale penale di Lecce, dai giudici della seconda sezione penale (presidente Fabrizio Malagnino). L'imputato ultranovantenne risponde di bancarotta fraudolenta dell'azienda Genesia, nel ruolo di amministratore delegato fino al 2004. Questa società è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Lecce il 9 marzo del 2009,fino ad allora non sarebbero stati redatti e depositati le scritture ed i libri contabili. L'accusa ha inoltre sostenuto che non siano stati approvati i bilanci. L'avvocato difensore Giuseppe Milli ha chiesto l'assoluzione,tre anni la richiesta di condanna del pubblico ministero Paola Guglielmi. Ultimo aggiornamento: 12:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA