Attentato di Manchester, le preghiere della madre di una vittima 14enne: in bottiglia per mare dalla Gran Bretagna al Salento

Sabato 13 Luglio 2019
Preghiere, ricordi, date: nella bottiglia ritrovata sulla spiagga di Torre Vado c'è tutto questo. Si tratta di materiale affidato al mare dalla madre di una delle vittime dell'attentato alla Manchester Arena del 2017, quando un attentanto terroristico strappò alla vita ventidue giovani, lasciando ferite altre 59 persone. i morti confermati, 59 i feriti e panico per le migliaia di persone presenti nel palazzetto. 

La bottiglia è stata trovata sulla spiaggia di Torre Vado, sulla costa del comune di Morciano di Leuca, nel Salento. Nella bottiglia, chiusa ermeticamente con un tappo e ceralacca, le lettere alla 14enne Sorrell Leczkowski scritte dalla madre. L'adolescente è morta proprio in quell'attentato, al termine del concerto della cantante Ariana Grande.

La bottiglia e il suo contenuto sono nelle mani del sindaco di Morciano di Leuca, Lorenzo Ricchiuti, che si è attivato per rintracciare i genitori di Sorrell e invitarli nel Salento per la riconsegna degli scritti e per manifestare loro solidarietà e vicinanza. © RIPRODUZIONE RISERVATA