Lecce, Rollo nominato direttore di distretto: si era dimesso da dg Asl dopo lo scandalo sanità

Rodolfo Rollo in tribunale con l'avvocato Massimo Manfreda
Rodolfo Rollo in tribunale con l'avvocato Massimo Manfreda
2 Minuti di Lettura
Sabato 30 Luglio 2022, 11:02 - Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 17:44

È stato nominato direttore di distretto sanitario l’ex direttore generale della Asl, Rodolfo Rollo, 61 anni, di Cavallino. Torna, in pratica all’incarico che ricopriva prima di diventare il numero uno dell'azienda sanitario salentino, Rollo.

Incarico ripristinato da Rossi

L’incarico è stato ripristinato dal commissario straordinario Stefano Rossi che ha preso il suo posto dopo le dimissioni presentate poche ore dopo la notifica del 7 luglio della richiesta di misura cautelare nell’inchiesta che contesta una serie di episodi di corruzione fra il mondo della politica e della sanità e in cui Rollo compare nelle vesti di indagato oggetto della richiesta di applicazione della misura della sospensione dell’esercizio e/o servizio ricoperto in qualità di direttore generale della Asl.

Il gip non ha deciso sulla misura cautelare

La giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, Simona Panzera, non ha sciolto la riserva sulla richiesta di applicazione arrivata dal pubblico ministero della Procura di Lecce, Alessandro Prontera, e su quella di rigetto dell’avvocato difensore Massimo Manfreda che lo ha assistito durante l’interrogatorio. 
Rollo risponde di un episodio di corruzione, in concorso con l’ex assessore regionale al Welfare Totò Ruggeri e con suor Margherita Bramato nelle vesti di legale rappresentante dell’ente ecclesiastico Cardinal Panico di Tricase: secondo la prospettazione delle indagini condotte dal pm Prontera con i finanzieri della compagnia di Otranto, ed avvallata dalla gip Prontera, il potenziamento del servizio di dialisi accreditato dalla Regione e dalla Asl al Cardinal Panico sarebbe stato contraccambiato dalla assunzione al Cardinal panico del figlio di Rollo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA