Andrano fa quadrato sulla Statale 275: «Ancora troppi incidenti, pretendiamo sicurezza»

Andrano fa quadrato sulla Statale 275: «Ancora troppi incidenti, pretendiamo sicurezza»
di Matteo BOTTAZZO
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Novembre 2022, 07:41 - Ultimo aggiornamento: 18:43

La nuova 275 solcherà il territorio del Comune di Andrano prima di incunearsi in quello di Tricase, attraversando una fascia adiacente alla frazione di Castiglione d'Otranto, dove sono previsti uno svincolo, un cavalcavia ferroviario e un altro cavalcavia al confine con Montesano Salentino. Un fatto che ha generato nel tempo una discussione tra i rappresentanti istituzionali del paese che si sono impegnati per mitigare l'impatto ambientale.

Il sindaco

Sul punto il sindaco di Andrano Salvatore Musarò spiega che «come Comune ci siamo mossi, e così anche le precedenti amministrazioni comunali, per cercare di migliorare l'accessibilità e rendere meno impattante possibile sul territorio l'intervento che interessa Andrano con la frazione di Castiglione, prima che la nuova strada si immetta nell'abitato di Tricase. Già di per sé il procedimento amministrativo prevede delle valutazioni di impatto ambientale e a tal proposito ci sono delle prescrizioni per garantire comunque il minimo interessamento del territorio, fermo restando che deve essere assicurata sempre la sicurezza dell'asse viario e quindi in qualche modo le opere vanno realizzate».
Il sindaco Musarò, riguardo al progetto in generale, ricorda come «già nel 1997 quando ero sindaco di Andrano portammo in Consiglio comunale l'approvazione di uno dei progetti di messa in sicurezza della 275 che si sono presentati, ma ancora l'inizio dei lavori non c'è e speriamo che sia la volta buona. È un'opera fondamentale per la sicurezza soprattutto, data anche l'incidentalità molto diffusa, spesso con eventi molto tragici. L'impegno dell'amministrazione comunale c'è. Ora però è arrivato il momento di concludere questo procedimento amministrativo e dare concretamente l'avvio ai lavori».

Video

L'appello alla responsabilità


Il sindaco fa dunque appello alla responsabilità: «Non si può più andare oltre come tempi, è necessario che inizino i lavori con la collaborazione e l'impegno di tutti i rappresentanti istituzionali del Sud - dichiara Musarò -. Noi siamo responsabili nei confronti della sicurezza delle nostre comunità e quindi non possiamo più perdere altro tempo, l'importante è che si concluda quanto prima l'iter procedimentale in mano al commissario con l'acquisizione di tutti i pareri necessari e poi avviare concretamente la fase dei lavori».
Per l'assessore ai Servizi sociali del Comune di Andrano, Domenico Balestra, «sarebbe ora che si facesse perché qui da noi soprattutto nel settore trasporti stiamo combinati male. Preferirei che venisse potenziato il servizio elettrico e ferroviario con le Ferrovie dello Stato e del Sud Est, tenendo pure conto che quelle poche realtà lavorative che ci sono, cioè piccole e medie industrie, hanno bisogno di avere la possibilità di esportare i propri prodotti, e sarebbe ora che si procedesse».
Il consigliere comunale Ivan Antonio Botrugno si dice «d'accordo sul problema legato alla sicurezza, ma credo che esso vada incastrato anche con l'ambiente, il rispetto del territorio e con l'impatto in ogni comune o frazione. A giochi comunque fatti ribadisco la mia posizione, cioè che non per forza va valutata soltanto la sicurezza, ma vadano prese in considerazione l'ambiente, il territorio e le comunità che non possono essere sventrate come nel caso di Castiglione appunto». Cosimo Musarò agente della Polizia municipale di Andrano dichiara che «dopo tanti disastri e morti sia di giovani che di anziani, di adulti e donne sarebbe opportuno effettivamente allargarla la 275, sarebbe il momento di farlo». Per il dirigente Riccardo Palma, «è un'opera che serve a livello territoriale, quasi imprescindibile dato lo stato in cui si trova attualmente quella strada, sono favorevole all'intervento». Per il consigliere di maggioranza Valerio Accogli «speriamo che il progetto vada in porto, è una strada importante e per Andrano potrebbe pure dare vita alla zona Pip che è bloccata da anni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA