Alba in jazz, piano straordinario dei trasporti: vertice in prefettura

Alba in jazz, piano straordinario dei trasporti: vertice in prefettura
Potenziamento del trasporto pubblico, con autobus notturni h24, e modifiche alla viabilità per limitare i disagi alla circolazione. Conto alla rovescia per l'alba del Locomotive Jazz Festival. Palazzo Carafa si prepara a ospitare la quattordicesima edizione della rassegna musicale che si svolgerà, nella notte tra il 16 e 17 agosto, per la prima volta sotto il cielo di San Cataldo. Un evento importante, fiore all'occhiello della programmazione estiva della marina leccese, e che avrà come protagonista il cantautore italiano Daniele Silvestri. Ma anche una grande occasione per la marina leccese che si vedrà invasa da migliaia di persone.

Lecce accoglierà il festival ideato da Raffaele Casarano con una serie di misure ad hoc pensate per la sicurezza e l'ordine pubblico. Per domani in Prefettura è prevista una Commissione Provinciale di Vigilanza sui pubblici spettacoli. Durante l'incontro, a cui parteciperanno alcune autorità del territorio tra cui il Questore di Lecce Andrea Valentino, il Prefetto di Lecce Maria Teresa Cucinotta e i rappresentanti delle altre forze dell'ordine nonché il 118 e i vertici di Palazzo Carafa, il Comune presenterà alcune delle proposte studiate per la viabilità e che saranno esaminate proprio dalle autorità competenti.

«Abbiamo predisposto un piano per migliorare il trasporto urbano con un potenziamento della linea urbana 32 che collega la città con San Cataldo - spiega l'assessore alla Mobilità urbana sostenibile Marco De Matteis -. I collegamenti di questa particolare tratta, che solitamente termina alle 21.40, saranno potenziati con l'aggiunta di 6 mezzi e con frequenza ogni 15 minuti estesa anche durante le ore notturne».
La linea 32 prevede un percorso con partenza dal City Terminal e arrivo ai lidi di San Cataldo passando da viale Università, viale Gallipoli, via Cavallotti, via Imperatore Adriano. Una tratta maggiormente frequentata nel periodo estivo soprattutto dai giovani e dai turisti che sfruttano i mezzi pubblici per raggiungere le spiagge della marina.
In vista dell'evento musicale l'Amministrazione comunale, in accordo con Sgm, apporterà delle modifiche al percorso degli autobus con l'aggiunta di qualche fermata in più in corrispondenza di alcune aree di sosta.
Un provvedimento già adottato in passato, come ad esempio in occasione della manifestazione Aeronautica e Salento del 2017, con l'obiettivo di migliorare la viabilità in direzione della marina leccese.

«Gli autobus fermeranno anche dal parcheggio di interscambio di Settelacquare e dall'area del marcato bisettimanale, per consentire agli utenti di lasciare l'auto e di raggiungere la marina con il trasporto pubblico - spiega l'assessore -. In questo modo San Cataldo sarà servita tutta la notte e fino all'alba del giorno dopo».
Se approvato, il piano consentirà di usufruire delle navette da tutte le fermate e dai parcheggi di interscambio con l'acquisto di un normale ticket giornaliero, mentre chi lascerà l'auto all'ex Foro Boario potrà sfruttare anche la formula del Park and Ride, con il doppio biglietto valido sia per il parcheggio che per gli autobus. Potenziamento del trasporto pubblico ma non solo. L'amministrazione, infatti, presenterà in commissione alcune soluzioni alternative alla circolazione: previste possibili chiusure e deviazioni al traffico veicolare con percorsi alternativi per evitare disagi alla viabilità. Due anni fa, ad esempio, in occasione di Aeronautica e Salento, Palazzo Carafa decise di chiudere al traffico per alcune ore la Provinciale 364 per San Cataldo, predisponendo percorsi alternativi sulla strada di Fondone.

«Stiamo valutando alcune strategie che saranno discusse in commissione. Al momento si tratta solo di ipotesi - sottolinea l'assessore -. Le nostre proposte dovranno avere l'ok da parte delle autorità».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 13 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 15:21