Coronavirus, ancora violazioni al decreto #iorestoacasa: 29 denunce dei carabinieri

Giovedì 19 Marzo 2020
Ancora decine di violazioni alle  prescrizioni imposte dal  decreto #iorestoacasa per il   contenimento e la gestione dell’emergenza Coronavirus.  I carabinieri del comando provinciale di latina, coordinati dal colonnello Gabriele Vitagliano, hanno  denunciato in tutto 29 persone.

A Latina  cinque quelle che hanno violato le prescrizioni, a Fondi  due: uno   sorpreso all’interno di un condominio  senza giustificato motivo e contro la volontà degli stessi condomini e uno per   violazione alle prescrizioni relative allo spostamento.

A Roccagorga denunciati un uomo di 30 e uno di 31 anni sorpresi lungo la strada  senza giustificato motivo. Ad Aprilia analogo discorso per un uomo di 55 anni e una donna di 54, sorpresi fra l'altro su un’autovettura risultata rubata.

A Maenza denunciata una donna di 48 anni per violazione delle prescrizioni, a Lenola due uomini di 41 e 72 per lo stesso motivo. Sono nove le persone denunciate a Formia, intercettate e controllate dai militari a bordo delle proprie autovetture o a piedi senza che sapessero fornire elementi giustificativi della loro presenza. Altre due  a Gaeta, sorprese  mentre effettuavano operazioni abusive di scavo su un pezzo di arenile in loro concessione, asportando rocce e distruggendo beni naturali in area sottoposta a vincolo paesaggistico, violando al tempo stesso disposizioni in materia di   gestione dell’emergenza epidemiologica. 

A Terracina denunciati tre giovani sorpresi all’interno del parco “La Fossata”  senza giustificato motivo 

A San Felice Circeo, infine, denunciato un uomo di 54 anni per aver fornito autocertificazione che dava conto di situazioni di necessità simulate.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA