Treni, la Lombardia: «Su nostre linee utilizzabile 100% dei posti»

Sabato 1 Agosto 2020
Treni, la Lombardia: «Su nostre linee utilizzabile 100% dei posti»

Mentre il Governo aggiusta il tiro e conferma l'obbligo di distanziamento di almeno un metro tra i passeggeri dei mezzi pubblici (dai treni ai bus) con annesso obbligo di uso di mascherina, la Lombardia tira dritto: da Milano alle altre province della Regione si potranno continuare ad utilizzare il 100% dei posti a sedere e il 50% di quelli in piedi sui mezzi pubblici, almeno per il momento. La Regione, che su questo ha firmato proprio ieri un'ordinanza, ha spiegato dopo la presa di posizione dell'amministrazione centrale e l'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che nell'ottica di «valutare in maniera specifica e puntuale i contenuti di quanto previsto dalla nuova disposizione ministeriale e nell'ottica di un proficuo confronto da avviare in tempi rapidissimi con il Governo e con la Conferenza delle Regioni, conferma la propria ordinanza».

Treni senza distanziamento, ordinanza del Governo: «No a convogli pieni, mascherine obbligatorie»

 «Le decisioni assunte ieri dalla Regione - sottolineano dal Pirellone - oltre a essere in linea con i risultati dei dati sanitari relativi alla Lombardia delle ultime settimane, puntano a un allineamento con quanto già posto in essere da tempo, in materia di trasporto pubblico locale, da Regioni confinanti con la Lombardia. Il tutto anche in un'ottica di dare la possibilità, a chi gestisce il trasporto pubblico locale, di programmare e 'sperimentarè nuove azioni in vista della ripresa dell'attività scolastica di settembre». E comunque «in Lombardia - ricordano dalla Regione - per l'accesso al trasporto pubblico locale è sempre obbligatorio indossare la mascherina o indumenti idonei a coprire naso e bocca».

Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento