Torino, cibo avariato nella mensa scolastica: sei alunni accusano malori

Sono stati analizzati così campioni di pasta all’olio, pasta al ragù vegetale, lenticchie, ceci e carote tagliate crude.

Giovedì 24 Febbraio 2022
Si indaga sul malore che sei bambini hanno accusato in mensa a scuola

Malore dopo la mensa scolastica. La procura di Torino ha aperto un'inchiesta sulla vicenda dei bambini che sono stati male dopo aver mangiato a mensa a scuola. Come riporta la Stampa, l’ipotesi di reato, colposo, è quella di somministrazione di sostanze alimentari nocive. Per errore, sarebbero stati serviti ai piccoli cibi dannosi.

 

Leggi anche > Angela, uccisa a Torino dall'ex marito: Massimo Bianco condannato all'ergastolo

 

I fatti si sono verificati nella scuola elementare statale di Mirafiori, dove sei bambini si sono senti male durante il fine settimana: vomito, febbre e mal di pancia. Addirittura quattro dei sei piccoli sono stati portati al Pronto soccorso. Così scattano i primi dubbi sulla mensa, dove avevano mangiato tutti gli alunni. Nella scuola i pasti sono affidati a un soggetto esterno: il cibo che viene preparato in un centro di cottura e poi distribuito nei vari istituti che ne usufruiscono.

È stata la stessa scuola a far partire la segnalazione, e una volta venuta a conoscenza dell’accaduto dalle famiglie ha chiesto controlli accurati. La questione è finita nelle mani del Servizio igiene degli alimentari e della nutrizione dell’Asl To3, competente per il territorio dove si trova il centro cottura. L’Azienda sanitaria ha fatto scattare i controlli e ha effettuato prelievi. Sono stati analizzati così campioni di pasta all’olio, pasta al ragù vegetale, lenticchie, ceci e carote tagliate crude. Tutti cibi che sono stati inviati all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte e Val D’Aosta, incaricato di effettuare le analisi sia sulllo stato di conservazione del cibo, ma anche sulla presenza di altre sostanze, come i virus.

Al momento si procede contro ignoti: non c’è nessuno iscritto nel registro degli indagati. L’obiettivo è capire se i malori accusati dai bambini abbiano alla radice quello che hanno mangiato o se si tratti di cause esterne, come un’influenza di un alunno che può aver poi passato agli altri seduti vicino a lui in mensa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA