Torino, permessi di soggiorno "facili" per gli stranieri: nove arrestati, anche due poliziotti

Oltre ai due poliziotti, gli altri sette arrestati sono un mediatore culturale di afgano e poi altri sei intermediari

Arrestate 9 persone a Torino, colpevoli di aver distribuito permessi di soggiorno in cambio di favori
Arrestate 9 persone a Torino, colpevoli di aver distribuito permessi di soggiorno in cambio di favori
2 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Giugno 2022, 13:43

Sono finite in manette nove persone, arrestate dalla squadra mobile cittadina per il coinvolgimento in una vicenda relativa all'emissione o al rinnovo di permessi di soggiorno "facili" per stranieri a Torino. Tra le persone arrestate, due poliziotti (un ispettore e un agente) in servizio all'ufficio immigrazione della questura in corso Verona. 

Leggi anche > Stefano Tacconi, dopo l'operazione il toccante biglietto alla moglie Laura: «S+L love» FOTO

«Secondo l'ipotesi dell'accusa - si legge in una nota ufficiale -, sussistono gravi indizi di colpevolezza in ordine all'esistenza di un'associazione per delinquere composta da cittadini italiani e stranieri». Il reato contestato è associazione per delinquere finalizzata alla corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio. 

Oltre ai due poliziotti, gli altri sette arrestati sono un mediatore culturale di afgano e poi altri sei intermediari (un cinese, due marocchini, due albanesi e un pachistano). Secondo l'ipotesi d'accusa, avrebbero creato un sistema per cui alcune pratiche venivano velocizzate in caso di favori economici e, in un caso, anche di prestazioni sessuali da parte di una donna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA