Mario Draghi a Torino, via libera al patto con la città: un accordo per blindare le casse del Comune

Un accordo con il sindaco Stefano Lo Russo, che porterà nelle casse del Comune 1,1 miliardi di euro in 20 anni

Mario Draghi a Torino, via libera al patto con la città: un accordo per blindare le casse del Comune
Mario Draghi a Torino, via libera al patto con la città: un accordo per blindare le casse del Comune
2 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Aprile 2022, 10:38

Il presidente del Consiglio Mario Draghi sarà a Torino, martedì 5 aprile, per la firma del Patto con la Città. Il premier arriverà a Palazzo di ittà a firmare un accordo con il sindaco Stefano Lo Russo, che porterà nelle casse del Comune 1,1 miliardi di euro in vent'anni, di cui ben 70 milioni già quest'anno.

Leggi anche > Torino, clochard aggredito sul bus da autista e passeggeri: «Devi scendere». Cosa è accaduto

Un'operazione voluta per salvare la città dal default. Il debito complessivo oggi è di ben 4,2 miliardi. E il disavanzo è pari a 888 milioni. Ad annunciare la data il sindaco Stefano Lo Russo durante l'evento «Transition-Nuove direzioni e cambiamenti nelle società» organizzato dal Gruppo Giovani dell'Unione Industriale. «La situazione dei conti di Torino era grave - ha detto Lo Russo - abbiamo presentato la questione al Governo e siamo stati ascoltati accendendo al fondo Salva Comuni. Questo è un Governo che ha fatto molto per i Comuni - ha aggiunto - e lo dirò al presidente Draghi quando sarà qui martedì in Sala Rossa per sottoscrivere il Patto per Torino».

«La rilevante somma che sarà assegnata dal governo è frutto di un nostro costante lavoro - ha spiegato l'assessora al Bilancio, Gabriella Nardelli -. Non si è trattato di un improvviso atto di generosità ma di una necessità imposta dal grave rischio di ulteriore indebolimento degli enti locali che non avrebbero potuto dare risposte adeguate alle necessità dei cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA