Waima Vitullo, l'ex attrice hard vittima di stalking. «Ogni giorno 600 chiamate e sms di insulti e minacce»

Il 35enne Marcello Schiattarella non accettava la fine della relazione e pedinava costantemente la sua ex

Waima Vitullo, l'ex attrice hard vittima di stalking: arrestato l'ex. «Centinaia di chiamate e sms di insulti»
Waima Vitullo, l'ex attrice hard vittima di stalking: arrestato l'ex. «Centinaia di chiamate e sms di insulti»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Giugno 2022, 12:24 - Ultimo aggiornamento: 17:57

Waima Vitullo, l'ex attrice hard e oggi volto noto della tv, vittima di stalking da parte del suo ex. Quasi due mesi di terrore, con insulti e minacce contenuti in centinaia e centinaia di sms e chiamate ogni giorno. Alla fine, il 35enne napoletano Marcello Schiattarella è finito in carcere su richiesta del gip di Roma.

Leggi anche > Femminicidio a Vicenza, dai report medici Zlatan era "recuperato". Il gup: «Concezione uomo-donna padronale»

Waima Vitullo vittima di insulti, minacce e stalking: l'ex in carcere

Waima Vitullo aveva presentato una denuncia ad aprile, dopo le continue persecuzioni dell'uomo con cui aveva avuto una relazione. Da quel momento, però, la situazione era precipitata: a nulla era servito il divieto di avvicinamento imposto all'uomo, che aveva continuato a insultare e minacciare la 43enne con sms e chiamate, alludendo al fatto di poter arrivare a lei in qualunque momento. Come se non bastasse, l'uomo insultava il padre (deceduto) di Waima Vitullo ed estendeva le minacce anche al figlio dell'ex attrice. Come scrive Francesca De Martino per Il Messaggero, la pm di Roma Daniela Cento ha aperto un fascicolo a carico di Schiattarella: si indaga per stalking.
«Finalmente la mia assistita può tornare a vivere e a riprendere una quotidianità normale. Era stata costretta a lasciare la sua casa per andare a vivere in una struttura protetta» - ha spiegato Licia D'Amico, legale di Waima Vitullo - «Quello che ha vissuto non è un caso eccezionale, è molto più frequente di quanto si possa pensare. Non sono stata tranquilla per la sua incolumità finché non è andata a vivere in un luogo sicuro. Per troppo tempo non aveva messo il naso fuori da casa. Ma è stata forte, ha avuto il coraggio di denunciare subito gli atteggiamenti vessatori e violenti subiti».

Waima e Marcello, dalla breve relazione alla lunga persecuzione

Waima Vitullo e Marcello Schiattarella si erano conosciuti nel maggio 2021 ed era nata una frequentazione durata poco meno di due mesi. Il 35enne non aveva però mai accettato la fine della storia e avrebbe iniziato a perseguitare l'ex con continui messaggi, anche vocali, in cui la minacciava di morte. Centinaia di messaggi e chiamate, anche anonime, ogni giorno. L'uomo, nonostante fosse residente a Napoli, avrebbe avvertito la 43enne di essere a Roma e di seguire costantemente i suoi spostamenti. Molto spesso si faceva vedere nei pressi dell'abitazione della donna ed era anche in grado di specificare l'abbigliamento indossato ogni giorno. Terrorizzata, Waima Vitullo aveva lasciato la sua casa nel quartiere Tuscolano, andando a vivere in una struttura protetta dopo aver denunciato agli agenti del commissariato San Giovanni. A supportare la donna nella denuncia è stata una Onlus, la Bon't Worry di Bo Guerreschi. Che Waima Vitullo ha prontamente ringraziato, insieme alla propria legale, alla polizia e ai giudici, per la vicinanza nei momenti più critici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA