Vittorio Sgarbi si candida sindaco a Roma: «La Raggi come Nerone, una calamità naturale»

Lunedì 12 Ottobre 2020
Vittorio Sgarbi si candida sindaco a Roma: «La Raggi come Nerone, una calamità naturale»

Vittorio Sgarbi sarà candidato sindaco alle elezioni amministrative di Roma nel 2021. Lo storico e critico d'arte, attualmente deputato alla Camera e sindaco di Sutri (Viterbo) correrà con il simbolo di "Rinascimento", il movimento da lui fondato nel 2017 e da allora presente in numerose tornate elettorali, ultima quella in Valle d'Aosta dove ha ottenuto il 5% alle regionali e portato al ballottaggio, nel capoluogo, il candidato sindaco.

«La sindacatura di Virginia Raggi - commenta Sgarbi - passerà alla storia come la più grave calamità naturale dopo il grande incendio di Roma del 64 d. C. ai tempi dell'imperatore Nerone. C'è da ricostruire una città e ridarle la dignità di Capitale». I dettagli della candidatura del critico d'arte e volto televisivo saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma mercoledì 14 ottobre a Roma, alle ore 15,30, in Piazza della Maddalena 52. 

La candidatura di Sgarbi rompe gli indugi nel centrodestra e costringe i leader di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia al confronto. Sgarbi non sarà solo: con lui associazioni, comitati, movimenti civici, e tra questi il movimento "No euro - Italia Libera", guidato da Gian Luca Proietti Toppi, con cui ha recentemente promosso la raccolta di firme per il referendum d'indirizzo per la fuoriuscita dell'Italia dall'Unione Europea. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA