Il mistero di Valerio: lo studente 17enne scomparso trovato morto al "ponte dei suicidi"

Mercoledì 20 Ottobre 2021 di Valentina Conti
Il mistero di Valerio: lo studente 17enne scomparso trovato morto al "ponte dei suicidi"

È finita nel peggiore dei modi. Valerio Duro, il 17enne romano, di Cinecittà, scomparso la mattina di domenica, è stato trovato senza vita sotto al ponte di Ariccia, tristemente noto alle cronache come il ponte dei suicidi, in un'area impervia coperta da una fitta vegetazione boschiva. A rinvenire il corpo lunedì notte, sono state le forze dell'ordine insieme alla protezione civile. Le ricerche del ragazzo, studente della quinta C del Liceo scientifico Isacco Newton al quartiere Esquilino, sono durate oltre 36 ore.


A dare l'allarme erano stati i genitori, denunciando a scomparsa ai carabinieri della stazione del Quadraro. Poi il tam tam incessante degli amici sui social. E la geolocalizzazione del suo smartphone, rimasto sempre acceso, nella zona di Ariccia. Lo stesso luogo dove, ore più tardi, si è scoperto essersi consumata la terribile tragedia sulla quale sono in corso le indagini per cercare di fare chiarezza.

 

 


La dirigente scolastica dell'istituto che frequentava Valerio, Cristina Costarelli, aveva evidenziato a Leggo la normale personalità dell'allievo. «Un ragazzo che non ha mai mostrato segni di particolari disagi», aveva detto la preside. Appresa la notizia, non si dà pace: «Non oso immaginare commenta - come si sentono in questo momento i genitori. Siamo tutti sconvolti, ora dobbiamo dare supporto ai compagni di classe di Valerio che sono angosciati. Sabato sera avevano partecipato ad una festa di compleanno con lui, hanno raccontato che era sereno». Trincerati nel silenzio la mamma e il papà, ancora increduli davanti a quella che per ora rimane un dramma senza risposte certe. La salma del ragazzo è stata trasportata all'istituto di medicina legale di Tor Vergata per l'autopsia.


riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: 08:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA