Da Roberto Ciufoli a Debora Caprioglio, il teatro Ghione alza il sipario tra comicità e grandi successi

Mercoledì 14 Ottobre 2020 di Elena Benelli
Da Roberto Ciufoli a Debora Caprioglio, il teatro Ghione alza il sipario tra comicità e grandi successi

Un Ulisse tragicomico apre la nuova stagione 2020-21 del teatro Ghione di Roma. Sarà lo spettacolo Oh! Diss’Ea (15-18 ottobre 2020) ad alzare il sipario nel totale rispetto delle norme antiCovid. In scena Roberto Ciufoli (che firma il testo) con Simone Colombari e Max Paiella (che sigla le musiche). Insieme propongono una riscrittura del poema omerico, un’occasione irrinunciabile per un’approfondita analisi comica e musicale.

Dal 22 al 25 ottobre, Il vecchio e il mare, di Ernest Hemingway , nell’adattamento di Lucilio Santoni, la regia di Sebastiano Somma, con Sebastiano Somma e Cartisia J. Somma e al violino Riccardo Bonaccini.

Il 1 novembre, il concerto di Silvia Mezzanotte, che porta in scena le grandi voci della musica italiana e internazionale. Un viaggio a 360° che spazia da Mina a Mia Martini, da Alice a Giuni Russo, rivisitando in chiave pop-rock grandi classici di Nina Simone, Gloria Gaynor e molte altre. 


Dal 5 all’8 novembre, Callas d’incanto, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, con Debora Caprioglio. La Callas in questo racconto non è una voce in una donna, bensì una donna con una voce.

Dal 19 al 22 novembre, C’era una volta … la musica, concerto dedicato al maestro Ennio Morricone, con Giandomenico Anellino. 


Dal 26 al 29 novembre e dal 3 al 6 dicembre, Su con la vita, con Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Nina Salerno, Nina Ponz, regia Maurizio Micheli. Due piccole storie di oggi che alternano alla comicità della commedia all’italiana.


Dal 10 al 13 dicembre, Vlad Dracula, musiche e testi di Simone Martino e Ario Avecone, regia, Ario Avecone e con Leonardo Di Minno, Luca Giacomelli Ferrarini, Myriam Somma, Angelica Cinquantini. 


Dal 26 dicembre al 6 gennaio, l’immancabile appuntamento con la magia, Abracadabra, La Notte dei Miracoli, spettacolo d’illusionismo che offre la possibilità di vedere dal vivo alcuni tra i più grandi artisti internazionali. 


Dal 14 al 17 gennaio, Vite da Romanzo, di e con Elena Bonelli, Stefano Reali, pianoforte e voce narrante e con Giandomenico Anellino, chitarra, regia di Stefano Reali. Un divertente, ma commovente, spaccato di vite umane che racconta un secolo di italianità, oltre che di romanità. 


Dal 21 al 24 gennaio, Il Diario di Anna Frank, di Goodrich e Hackett, con Antonio Salines, Eleonora Tosto, Raffaella Alterio, Francesca Bianco, Veronica Benassi, Vinicio Argirò, Tonino Tosto, Susy Sergiacomo, Fabrizio Bordignon, Roberto Baldassari e la regia di Carlo Emilio Lerici.


Dal 28 al 31 gennaio, Orgasmo e pregiudizio, con Diego Ruiz e Fiona Bettanini, regia di Pino Ammendola e Nicola Pistoia. In concomitanza con il debutto dell’edizione inglese a Londra, torna, per festeggiare il ventennale dal suo primo debutto, lo spettacolo che è stato un vero fenomeno teatrale sia in Italia che all’estero. 


Dall’11 al 14 febbraio, Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello, con Felice Della Corte, Silvia Brogi, Gino Auriuso e con Francesca Innocenti, Gioele Rotini, Marco Lupi, Titti Cerrone, Luca Vergoni, Andrea Meloni,Jessica Agnoli, Fabio Orlandi, regia Claudio Boccaccini. 


Dal 18 al 21 febbraio, Sul lago dorato di Ernst Thompson, adattamento di Mario Scaletta, con Gianfranco D’Angelo, Corinne Clery, Fiordaliso, Nicola Paduano, Giuseppe Anelli, regia di Diego Ruiz. 


Dal 5 al 7 marzo, Edgar Allan Poe: Assassini. Interpretato da Gennaro Duccilli è il Viaggio allucinato di un attore che, preda dei personaggi di Poe, si ritrova in quella zona intermedia tra la veglia e il sonno, tra la Vita e la Morte. 


Dall’11 al 14 marzo, Lucio incontra Lucio, di Liberato Santarpino con Sebastiano Somma e Martucci Ensemble Vocal, regia Sebastiano Somma. Un progetto musicale che si ispira ad uno dei capitoli più belli della storia cantautorale italiana, le vite di Lucio Dalla e Lucio Battisti. 


Dal 18 al 21 marzo e dal 25 al 28 marzo, Casalinghi disperati, di Cinzia Berni e Guido Polito, con Nicola Pistoia, Gianni Ferreri, Max Pisu e Danilo Brugia, regia di Diego Ruiz. Quattro uomini, separati e piuttosto al verde, si dividono un appartamento districandosi tra faccende domestiche e una difficile convivenza.


Dal 9 all’11 aprile, OmicidioRock - Murder Ballad, scritto da Julia Jordan, musiche e testi di Juliana Nash, regia, Ario Avecone, con Arianna Bergamaschi, Fabrizio Voghera, Myriam Somma, Ario Avecone


Dal 15 al 18 aprile, A letto dopo Carosello scritto da Michela Andreozzi, Giorgio Scarselli e Max Viola, regia di Paola Tiziana Cruciani. Con Michela Andreozzi. 


A chiudere la Stagione, dal 6 al 9 maggio, Minchia signor tenente, con Antonio Grosso, Natale Russo, Antonello Pascale, regia Nicola Pistoia. La commedia cult che parla di mafia ma in maniera comica e originale, si ride tanto e alla fine si riflette. 

 

Teatro Ghione, via delle Fornaci  37 - Roma, 06 6372294, www.teatroghione.it

Orario spettacoli ore 21, domenica ore 17,  biglietti a partire da 20 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA