‘Rome Technopole’, il progetto è un successo. Gualtieri: «In prima linea per rilanciare sviluppo e innovazione»

Il finanziamento complessivo è di 1,3 miliardi di euro

Grande successo per il progetto Rome Technopole che ha superato la prima fase della valutazione nell ambito degli Ecosistemi dell Innovazione del Pnrr
Grande successo per il progetto ‘Rome Technopole’ che ha superato la prima fase della valutazione nell’ambito degli ‘Ecosistemi dell’Innovazione’ del Pnrr
2 Minuti di Lettura
Domenica 24 Aprile 2022, 18:44

Il progetto del ‘Rome Technopole’ presentato dall’Università La Sapienza, in collaborazione con Roma Tor Vergata, Roma Tre, Regione Lazio, Roma Capitale e Unindustria, ha superato la prima fase della valutazione nell’ambito degli ‘Ecosistemi dell’Innovazione’ del Pnrr. Lo studio, che vede il forte e convinto coinvolgimento dell’amministrazione capitolina, grazie al giudizio positivo del panel degli esperti dei Ministeri della Ricerca e dello Sviluppo Economico e dell’Agenzia per la Coesione, è stato ora ammesso alla successiva fase valutativa. Questo secondo passaggio prevederà l’esame della vera e propria proposta integrale del Programma di ricerca. Il finanziamento complessivo è di 1,3 miliardi di euro.

Leggi anche > Papa Francesco si ferma per il dolore al ginocchio: non celebra la messa della Divina Misericordia

L’obiettivo è quello di promuovere una Fondazione di ricerca e formazione in cui agiscano da protagonisti gli Atenei romani e le imprese, favorendo il trasferimento tecnologico e la trasformazione digitale dei processi produttivi. Grande soddisfazione per il successo di questa prima fase di valutazione del progetto è stata espressa dal Sindaco Roberto Gualtieri: «L’impegno di Roma Capitale - ha dichiarato - insieme con La Sapienza e gli altri partner è di promuovere l’innovazione, la ricerca e le infrastrutture tecnologiche del nostro territorio. Una nuova fase di crescita attende Roma grazie ai finanziamenti del Pnrr e il Campidoglio è pronto a fare la sua parte. Esprimo la mia gratitudine alla Regione Lazio, alla Rettrice Polimeni, agli altri Atenei romani  e ai partner del progetto Tecnopolo per questo primo importante successo dovuto allo straordinario impegno dei ricercatori, degli amministratori e degli imprenditori romani». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA