Roma, tanti artisti rispondono all'appello: visite guidate contro il progetto di discarica a Villa Adriana

Martedì 19 Gennaio 2021
Roma, tanti artisti rispondono all'appello: visite guidate a Ponte Lupo contro il progetto di discarica a Villa Adriana

Un gruppo di artisti ha risposto all’appello dell’ex Assessore alla cultura di Tivoli, Urbano Barberini, che un paio di settimane, nell'ottica di opporsi alla discarica fa si è proposto come guida di eccezione per visitare Ponte Lupo, monumentale opera romana di ingegneria idraulica che risale al 144 A.C.  in prossimità della Villa di Adriano, patrimonio dell’umanità. 
Tra i protagonisti di questo nuovo “Grand Tour" ci sono Sabina Guzzanti, Danilo Rea, Edoardo Albinati, Pino Strabioli , Paola Minaccioni, Flavio Insinna, Vladimir Luxuria, Susanna Tamaro, Ferzan Ozpetek, Fiamma Satta, Lucrezia Lante della Rovere, Paolo Damiani, che accompagneranno di volta in volta i visitatori e condivideranno un pensiero sullo spirito che anima questa iniziativa contro il progetto di discarica.

 

Leggi anche > Nasce la Carta Adriana, a due passi da Roma un patto per l'ambiente e il territorio

 

L’iniziativa nasce per sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sulla bellezza dell’Agro Romano Antico tiburtino-prenestino, in vista della prossima decisione del commissario ad acta Angelo Borrelli in merito al nuovo progetto di discarica. La chiamata degli artisti prende spunto dall’ultimo libro di Francesca d’Aloja “Corpi Speciali” (che parteciperà alla prima visita del 22 gennaio), in cui l’autrice racconta storie di uomini e donne di grande talento che stimolano la fantasia del lettore come personaggi di un grande romanzo. La fantasia e la curiosità, veicoli di conoscenza, si esprimono anche attraverso la scoperta di luoghi segreti, come ben sapevano letterati quali Goethe o Stendhal, che nel passato hanno visitato il nostro Paese. 

 

L’intento di Barberini è, ancora una volta, quello di promuovere la tutela e la valorizzazione dell’Agro Romano Tiburtino-Prenestino, facendo conoscere il Gigante dell’Acqua e il territorio circostante, per sensibilizzare i cittadini sull’importanza di difendere i luoghi più significativi della nostra storia e proteggerli da progetti speculativi. Furono infatti il principe e l’attrice Franca Valeri, recentemente scomparsa, in prima linea per scongiurare nel 2011 il progetto dell’allora commissario e Prefetto di Roma, di realizzare la nuova discarica della Capitale dopo la chiusura di Malagrotta a 700 metri dalla buffer zone di Villa Adriana. 

 

Le visite, rispettando le norme di sicurezza anti Covid, sono gratuite e saranno organizzate una volta a settimana. Barberini riprenderà anche brani dall’intervento «Ponte Lupo: una storia d’armi e d’amore» che fece al Teatro Argentina nell’ambito della rassegna «Luci sull’archeologia» e dallo spettacolo/denuncia di Nello Trocchia «Le Rovine di Adriano», in cui l’attore riassume la vicenda, anche giudiziaria, accompagnato dal piano di Danilo Rea. Le prossime visite saranno il 22 e il 23 gennaio alle ore 12. Per informazioni e prenotazioni scrivere a pontelupo@gmail.com e consultare la pagina FB Ponte Lupo – Il Gigante dell’Acqua. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA