Roma, a Termini il popolo del tampone gratis: più uomi che donne, pendolari e studenti

Venerdì 16 Aprile 2021 di Valentina Conti
tensostruttura_croce rossa_termini

Più uomini che donne, molti studenti ma anche persone oltre la cinquantina. C’è chi si ferma «per togliersi il pensiero» prima di prendere il treno per tornare a casa, chi sapeva dell’iniziativa e ha cercato appositamente il tendone davanti alla Stazione e chi osserva solo e domanda informazioni. È il popolo degli screening anti-Covid gratuiti, senza limiti di età o prescrizione medica, che ieri ha debuttato a Termini (oltre che a Milano Centrale) nella tensostruttura allestita dalla Croce Rossa Italiana. Romani e non, tanti pendolari, distanziati a dovere, intenti a compilare i moduli per farsi i tamponi rapidi, e via nel percorso dedicato. Marco F. aspetta il suo turno zaino in spalla: «Ho il treno per Napoli tra poco. Mi sono fermato per fare il tampone perché ho letto che non è a pagamento. Penso sia un modo per stare più tranquilli», dice. Roberto F. è anche lui un pendolare: «Non ho avuto il tempo di farlo il test antigenico rapido e neanche la volontà ad essere sincero. Qui non si paga neppure. Si fa presto, credo. E allora…». «Tutto molto semplice, ho lasciato i dati e la mia mail per avere il responso», racconta Angela M. col trolley in pugno. «Ho visto l’organizzazione dei volontari della Croce Rossa. È stata una buona idea il tampone gratis, sicuramente sarà un incentivo», dice Franco D. 
Non manca chi si lamenta: «Qui a Termini i passeggeri fanno il tampone in tenda e poi si va in treno senza mascherina. È un controsenso”, denuncia Giacomo mentre Antonio T. chiede lumi ai volontari su quanto tempo passerà per sapere se è positivo o meno. Se ne va rassicurato.
«Proseguiremo nel mese di maggio nelle stazioni ferroviarie di altre nove città d’Italia grazie al Gruppo Ferrovie dello Stato che ha messo gli spazi a disposizione», ha reso noto Francesco Rocca, presidente della Croce Rossa Italiana. Obiettivo: eseguire più test possibili per frenare l’avanzata del virus. 

Ultimo aggiornamento: 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA