Roma, stalker aggredisce l'ex fidanzata e due poliziotti: prognosi di 30 giorni. Arrestato, ma torna subito libero

Lunedì 26 Luglio 2021 di Emilio Orlando
stalking

Ha aggredito la fidanzata, ferito due poliziotti e danneggiato una Volante, ma è stato liberato dal giudice dopo la convalida dell’arresto. Vittime del pestaggio, una ragazza di 30 anni anche e due agenti del distretto di San Basilio che, dopo aver ricevuto un calcio, hanno riportato la rottura di due costole e una prognosi di trenta giorni.


La vicenda ha inizio in via Fabriano 25, nel quadrilatero delle case popolari, dove una telefonata chiedeva allarmata l’intervento della polizia per un 25enne, originario della provincia che, dopo aver picchiato la fidanzata, si era seduto su un muretto davanti la casa dove, poco prima, aveva commesso la violenza.


Quando gli agenti del primo dirigente Eugenio Ferraro hanno chiesto i documenti d’identità all’aggressore, quest’ultimo si è scagliato contro di loro prendendoli a calci e pugni e gridando: «Non sto facendo niente di male, mi trovo sotto casa della mia ragazza e non vedo che problema avete con me». Ma il linciaggio poteva finire anche peggio se non fosse intervenuta un’altra autoradio del reparto Volanti, che è riuscita a bloccare l’aggressore e ad ammanettarlo. 


Due dei quattro poliziotti sono stati trasportati dal 118 nei pronti soccorsi degli ospedali Cristo Re e Vannini dove hanno ricevuto una prognosi di 30 giorni dopo essere stati medicati per le gravi contusioni ricevute. Durante il processo per direttissima, nelle aule del tribunale penale di piazzale Clodio, i magistrati hanno convalidato l’arresto, imponendo all’imputato il divieto d’avvicinamento a Roma, in attesa del dibattimento e il 25enne è stato scarcerato immediatamente. 


Ma la vittima dell’aggressione teme ulteriori ritorsioni e aggressioni da parte del suo ex, data la particolare indole aggressiva e violenta che l’uomo aveva manifestato in numerose occasioni.

 

Ultimo aggiornamento: 08:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA