Roma, tragedia sfiorata alla scuola Montessori: esplode una tubatura, giù il controsoffitto. Otto aule interessate al crollo

Martedì 25 Maggio 2021 di Lorena Loiacono
scuola montessori_roma_viale adriatico

Scoppia una tubatura del riscaldamento, la scuola si allaga e 400 alunni restano tutti a casa: si è sfiorata la tragedia per problemi vecchi di anni e mai risolti. Un lunedì decisamente nero all’istituto comprensivo Maria Montessori, in viale Adriatico, dove durante il weekend non solo l’acqua ha raggiunto aule e corridoi ma ha anche fatto crollare il solaio con pezzi di controsoffitto ovunque. Gli alunni, dalla materna alle medie, sono stati rimandati a casa con buona pace delle famiglie che inaspettatamente si sono dovuti assentare dal lavoro. 
Fortunatamente il crollo non è avvenuto quando la scuola era aperta, altrimenti il rischio per i bambini sarebbe stato altissimo visto che le aule interessate dal crollo sono 8. Sono intervenuti i vigili del fuoco e hanno dichiarato inagibile l’intero istituto. 

 


Una scuola ferma per il guasto di una valvola dell’impianto idrico che si sarebbe potuto sistemare da tempo, visto che la preside Angela gallo più volte ha richiesto l’intervento dei tecnici. Una storia che va avanti da anni: «È già accaduto, negli ultimi due anni e mezzo, di dover spostare i bambini a far lezione in corridoio per la caduta di controsoffitti - denuncia Giordana Petrella, presidente della commissione trasparenza controllo e garanzia, del municipio 3 – abbiamo presentato diversi atti in commissione ma alla fine i soldi per la Montessori non sono mai trovati». Il municipio fa appello alla Raggi: «Abbiamo nel programma delle opere pubbliche quasi 2 milioni di risorse per le scuole ma non possiamo intervenire sugli impianti – ha spiegato il presidente Giovanni Caudo - ho avvertito subito la Sindaca: occorre un intervento strutturale, urgente e straordinario, lo chiediamo da tempo ma, come al solito, perché qualcosa si muova bisogna arrivare a sfiorare la tragedia». 
Una parte della scuola ora resta interdetta ma oggi tutti i bambini torneranno a scuola: sono stati individuati ingressi e spazi alternativi almeno fino alla fine delle lezioni.

Ultimo aggiornamento: 08:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA