Roma, Raggi senza più maggioranza: se ne va anche la consigliera Gemma Guerrini. "Non sosterrò chi sta con la sindaca e il M5s"

gemma guerrini_roma
gemma guerrini_roma
di Flavia Scicchitano
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Marzo 2021, 08:00

Nuova defezione nel M5s in Assemblea capitolina, con la maggioranza di Virginia Raggi che si tiene a un filo. Ieri, in apertura della seduta, la consigliera Gemma Guerrini ha comunicato il suo passaggio al gruppo Misto. «Spero che sia una dimostrazione sufficiente del tipo di giudizio che do’ a questa amministrazione - ha detto - Non supporterò nessuna forza politica che sosterrà l’attuale candidatura dell’attuale sindaca alle prossime amministrative». 
È il quinto addio in cinque anni al M5s: in precedenza avevano abbandonato Cristina Grancio, Monica Montella, Maria Agnese Catini, Simona Ficcardi. Dunque la maggioranza si assottiglia: con l’uscita di Guerrini, i pentastellati in Assemblea capitolina scendono a 24 consiglieri più la sindaca, su un’Assemblea di 49 eletti. Numeri alla mano, in assenza della sindaca in Aula nelle votazioni, maggioranza e minoranza hanno gli stessi voti: 24. Ci sono poi i dissidi interni al M5s capitolino a pesare sulle prossime elezioni: i consiglieri Enrico Stefano, Angelo Sturni e Donatella Iorio hanno già dichiarato che non sosterranno la ricandidatura della Raggi e costituito la fronda “Il piano di Roma”, oltre al presidente dell’Assemblea Marcello De Vito. Traduzione: il M5s può far affidamento su soli 20 consiglieri più la sindaca, 21 contro i 24 di opposizione. E a breve l’Aula Giulio Cesare, dopo la sospensiva richiesta dalle opposizioni nelle sedute scorse, dovrà esprimersi sulla delibera inerente il piano industriale di Ama.

© RIPRODUZIONE RISERVATA