Ponte di Ferro? No, ponte dei disagi. I residenti stremati: «Traffico impazzito, siamo in trappola»»

Dopo l'incendio, automobilisti in coda già di primo mattino

Martedì 12 Ottobre 2021 di Valentina Conti
ponte di ferro_incendio

Automobilisti in coda già di primo mattino, nei quadranti che abbracciano quel che rimane del “Ponte di Ferro” si vive come all’inferno. Il traffico è oramai padrone di Ponte Sublicio, via degli Stradivari, poco prima di imboccare la direzione per viale Marconi, su via Zabaglia a Testaccio in direzione Portuense. Pattuglie dei vigili urbani a presidiare da Lungotevere Testaccio in poi ma con lo sciopero dei mezzi pubblici la situazione è diventata ingestibile. Così, con tra le mani i volantini-vademecum sui percorsi consigliati, è esplosa la protesta social dei cittadini. «Giri lunghissimi per raggiungere casa e lavoro, oramai siamo in trappola», scrivono angosciati alcuni abitanti su Facebook. «Già il traffico era impazzito con la riapertura delle scuole dopo la pausa elettorale, ora è un disastro», cinguetta Roberto F. su Twitter. «Ci tocca circumnavigare Marconi col ponte chiuso, ed è sempre peggio», tuona Simona G. 
I residenti sono angosciati, anche perché ci sono almeno un paio di domande cui nessuno è in grado di dare risposta: «Quando inizieranno i lavori di ripristino? E il ponte sarà com’era prima?».

Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre, 13:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA