Roma, pochi manifestanti al raduno no vax. Appello alle forze dell'ordine: «Unitevi a noi»

In arrivo manifestanti da tutta Italia, ma bassa adesione alla protesta

Roma, pochi manifestanti al raduno no vax. Appello alle forze dell'ordine: «Unitevi a noi»
Roma, pochi manifestanti al raduno no vax. Appello alle forze dell'ordine: «Unitevi a noi»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Febbraio 2022, 12:08 - Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 17:49

No vax a Roma, in arrivo manifestanti da tutta Italia ma l'adesione è molto più bassa rispetto alle aspettative. Durante la protesta, il leader Marco Liccione ha rivolto anche un appello alle forze dell'ordine presenti per garantire la sicurezza.

Leggi anche > Marcia No Vax, camper fermati dalla polizia a Roma

No vax a Roma, bassa adesione alla protesta

Sono arrivati un po' da tutta Italia, ma sono poco più di 200 i manifestanti no vax che questa mattina si sono radunati all'Altare della Patria. Secondo gli organizzatori alcuni manifestanti sono stati bloccati all'Arco di Travertino e sulla Cristoforo Colombo «e non riescono a raggiungere il concentramento». Presente il leader dei no vax di Torino, Marco Liccione. Da piazza Venezia, i manifestanti si stanno ora per spostare verso il Circo Massimo.

No vax a Roma, la delusione: «Siamo pochi»

«Siamo partiti stanotte alle 2 da Cuneo, avevo piacere che la gente si alzasse, che il tamtam sulle chat avesse un seguito concreto. Che peccato, un'altra occasione persa». Lo dice all'Adnkronos un manifestante arrivato a Roma questa mattina presto per partecipare alla manifestazione di oggi.  «Mi sono sempre vaccinato, li ho sempre fatti anche al militare - continua - non ho nulla contro il vaccino, sono per l'abolizione del greenpass. Non ci è permesso di lavorare, sono un muratore e cosa faccio? Sto a casa, chiederò il reddito di cittadinanza. Speravo di vedere una Roma tappata dalla gente. Che delusione».

 

No vax a Roma, il leader alle forze dell'ordine: «Unitevi a noi»

«Siamo qui per essere ascoltati, la polizia si schieri con noì. Così il leader dei no vax Marco Liccione in piazza a Roma. «Ci chiedono di spostarci ma noi non andremo via -spiega- non vogliamo vedere calpestati i nostri diritti. Noi non siamo contro il vaccino ma siamo contro il governo che non ha fatto niente. Il problema non è il vaccino ma sono il caro bollette e la mancanza di lavoro. Diciamo basta al Green pass e alle restrizioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA