Roma, una lettera al muro. L'osteria scrive ai clienti e alza bandiera bianca

Mercoledì 14 Aprile 2021 di Valentina Conti
osteria

La crisi del commercio va al muro. è un vero e proprio tazebao, anzi una lettera a cuore aperto ai clienti quella apparsa in via Ostiense 41, accanto all’Osteria da Noantri. Fabio, Ana, Mauro, Leonardo e tutto lo staff del locale ringraziano “gli amici che in questi due anni e mezzo ci sono stati vicini”.

 

Roma, via Nazionale in agonia: chiusi 100 negozi su 160. «Abbandonati dal Comune, poi il colpo di grazia del Covid»

 

“Per ogni chiusura abbiamo fatto sacrifici veri – scrivono nella lettera poster di fianco all’ingresso del locale – nuovi investimenti e nuovi debiti personali per continuare a lavorare. Ma ci troviamo ancora a un bivio e abbiamo scelto la soluzione drastica: chiudere fino alla data di una riapertura completa delle attività senza limitazioni di orario. Questa è la soluzione per rivederci presto”. Poco lontano, su viale della Piramide Cestia, dice addio pure la sala bingo accanto all’istituto di credito. Una tregedia che forse solo ora emerge davvero. Eppure nelle vetrine dei negozi di piazza Tuscolo si rincorrono cuori solidali. Una catena di aiuto, un invito alla resistenza. 

Ultimo aggiornamento: 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA