Il marito muore, l'ultima telefonata grazie a un infermiere. L'appello di Anna: «Voglio trovarlo e dirgli grazie»

Venerdì 26 Giugno 2020
Il marito muore, l'ultima telefonata grazie a un infermiere. L'appello di Anna: «Voglio trovarlo e dirgli grazie»

 

La pandemia di coronavirus ha visto tanti casi di pazienti che sono morti senza poter rivedere i propri cari, con questi ultimi che non hanno potuto dare l'ultimo saluto o stringere la mano al papà, alla mamma, al nonno. Una situazione paradossale, di cui si è raccontato molto in queste settimane. Ed è proprio ciò che è successo ad Anna, che ha perso suo marito Carlo per un tumore allo stomaco proprio durante il periodo della pandemia.

Leggi anche > Alex Zanardi, il post del figlio Niccolò: «Mi manca il tuo sorriso» FOTO

Come racconta Veronica Cursi sul quotidiano Il Messaggero, sono le 19.45 del 6 aprile quando la signora riceve la telefonata di suo marito, ricoverato al policlinico Casilino: «Ciao amore», le dice. Ma sarà l'ultima volta che sentirà la sua voce: Carlo infatti, ricoverato al terzo piano nel reparto di medicina, morirà nel giro di 9 giorni per un tumore fulminante allo stomaco, con la moglie Anna che non ha nemmeno potuto stringergli la mano.



È stato un infermiere a permettergli di fare quell'ultima telefonata: per questo ora Anna lo sta cercando, per ringraziarlo. In un annuncio pubblicato sui social e condiviso da centinaia di utenti, la signora scrive: «Vorrei potere abbracciare uno ad uno tutti quegli eroi in prima linea che lo hanno fatto sentire meno solo mentre lasciava questa vita. Quell'infermiere ha esaudito l'ultimo desiderio di Carlo e ha regalato a una moglie e a un marito il dono di salutarsi. Non ho potuto fargli un funerale, ho le sue ceneri in casa, ma Carlo vivrà per sempre nei bellissimi momenti che abbiamo avuto insieme. Aiutatemi a ritrovare chi gli è stato accanto fino alla fine».
© RIPRODUZIONE RISERVATA