Roma, finge di essere incinta e di partorire per riconquistare l'ex: 30enne accusata di stalking aggravato

I comportamenti ossessivi della stalker sono andata avanti per circa un anno, dal 2018 fino ai primi mesi del 2019.

Una stalker 30enne di Roma perseguitava il suo ex pedinandolo e fingendo di essere incinta
Una stalker 30enne di Roma perseguitava il suo ex pedinandolo e fingendo di essere incinta
di Maria Bruno
2 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Giugno 2022, 15:44 - Ultimo aggiornamento: 20:26

Prima si finge incinta, poi dice di aver partorito: il tutto, per riallacciare i rapporti con l'ex compagno. E' quanto ha fatto una trentenne romana che ora rischia di finire a processo per l'accusa di stalking aggravato. In base a quanto ricostruito dalla Procura, la donna non accettava la conclusione della relazione e ha cominciato a prendere di mira l'uomo con continue telefonate, sms e vessazioni al punto che l'ex è stato costretto a cambiare la residenza e perfino ad indossare un casco nel tragitto dall'auto all'ingresso di casa per sfuggire alle attenzioni ossessive della donna.

Leggi anche > Roma, guerra al tavolino selvaggio: nell'area intorno al Senato 40mila euro di multe e partono i sequestri

I comportamenti ossessivi della stalker sono andata avanti per circa un anno, dal 2018 fino ai primi mesi del 2019. Come emerge nella richiesta di rinvio a giudizio, la donna nel tentativo di non 'reciderè il rapporto sentimentale fingeva dei malori in modo da costringere l'uomo ad «allontanarsi dal posto di lavoro per soccorerla». Spesso la donna si presentava nei locali frequentati dall'ex e in un episodio citato negli atti dell'indagine si sarebbe addirittura «aggrappata allo sportello dell'auto nel tentativo di fermarla». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA