Roma, fuga del turismo anche nel 2021: il Colosseo superato dagli Uffizi per la prima volta

Non è stata recuperata la devastante crisi del 2020. E si punta su Pasqua e 25 Aprile

Martedì 5 Aprile 2022 di Lorena Loiacono
colosseo

Roma è eterna, finché dura. Parafrasando un celebre film di Carlo Verdone, ne esce la descrizione perfetta di quel che sta accadendo nella Capitale. E soprattuto del rischio a cui va incontro. 
Infatti il Colosseo, monumento simbolo di Roma e il più famoso al mondo, sta perdendo quota. Perde punti, nel senso letterale del termine, tanto che per quel che riguarda il 2021 scivola rovinosamente in seconda posizione tra i siti d’arte più visitati. Secondo dopo la Galleria degli Uffizi di Firenze. Questa è l’amara fotografia scattata dalla classifica del Giornale d’Arte per il 2021. Lo scorso anno infatti l’Anfiteatro Flavio, inserito all’interno del Parco archeologico del Colosseo, ha ricevuto 1.633.436 visitatori. Pochissimi rispetto agli oltre 7 milioni a cui la Capitale era abituata fino al 2019 ma è inutile neanche fare paragoni perché ci si riferisce al periodo pre-Covid. 

 

Turismo, Colosseo flop? L'assessore Onorato: «Firenze ha avuto la promozione di Chiara Ferragni. I social servono»

 


Il calo è stato quindi fisiologico a causa della pandemia che ha bloccato gli arrivi dei turisti. Ma il Covid ha investito anche Firenze, quindi il confronto è inevitabile: la Galleria degli uffici, nello stesso anno, ha ricevuto ben 1.721.637 visitatori. Quindi, al netto della pandemia e dei danni subiti dal turismo, il Colosseo scende in seconda posizione, restando praticamente al pari dei Musei Vaticani che hanno avuto 1.612.530 visitatori. Terzo classificato, infine, il Parco Archeologico di Pompei con i suoi 1.037.766 visitatori. 
Roma, quindi, sembra proprio perdere appeal. Spostando lo sguardo al 2020, quando il lockdown chiuse l’Italia per due mesi e l’intero anno andò avanti tra restrizioni e chiusure, l’Anfiteatro Flavio mantenne comunque il suo primato come sito più visitato in Italia: secondo i dati del Ministero dei Beni culturali, infatti, il Parco Archeologico del Colosseo ricevette 1.039.436 visitatori mentre le Gallerie degli Uffizi erano a quota 687.009 ingressi e il Parco Archeologico di Pompei ne ebbe 573.520. 
Il Colosseo tra il 2020 e il 2021 è cresciuto del 60% mentre gli Uffizi hanno compiuto un balzo in avanti di oltre il 150%, per Pompei la quota di visitatori è raddoppiata con un +103%. Il Colosseo, quindi, non solo resta indietro rispetto agli Uffici in termini numerici ma è anche il monumento che, tra i primi tre in classifica, mostra la ripresa più lenta a parità di difficoltà legate alla pandemia.

Ultimo aggiornamento: 08:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA