Roma, il cinghiale «Putin» terrorizza i residenti ai Parioli: spunta la sera e semina il panico

L'esemplare mastodontico vive nel bosco di Forte Antenne, Villa Ada, e al tramonto esce a caccia di cibo terrorizzando gli abitanti

Roma, «Putin» terrorizza i residenti dei Parioli: il cinghiale spunta la sera e semina il panico
Roma, «Putin» terrorizza i residenti dei Parioli: il cinghiale spunta la sera e semina il panico
3 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 13:08

Nel quartiere dei Parioli, a Roma, ormai è conosciuto. Si tratta di un cinghiale dalle dimensioni mastodontiche che vive nel bosco di Forte Antenne, a Villa Ada, e quando cala il sole sbuca dagli alberi e si aggira tra case e automobili, in cerca di cibo, seminando il panico tra gli abitanti.

Leggi anche > Siccità, Zingaretti proclama lo Stato di calamità nel Lazio fino al 30 novembre

Come riporta il Corriere della Sera, ormai il grosso esemplare ha anche un soprannome tra gli abitanti del quartiere: «Putin». Lo chiamano così per via della stazza importante che spaventa e del rischio che rappresenta per chi, magari, la sera esce a gettare l'immondizia o a spasso con il cane. Da settimane, ormai, semina il panico nella zona e i cittadini sembrano essersi ormai arresi. 

«Ormai è così in tutta Roma», ripetono sconfortati. Sembra che la rassegnazione abbia preso il sopravvento, con i cittadini che rinunciano anche di segnalare e denunciare quella presenza inquietante che ormai vive nel quartiere indisturbata. 

La paura aumenta, dopo gli episodi di peste suina, ma anche e soprattutto a causa di quelle sempre più continue aggressioni di cui si rendono protagonisti i cinghiali romani che ormai convivono con i romani e di cui non hanno più paura. La speranza è che la promessa del sindaco, Roberto Gualtieri, diventi al più presto realtà: «Sarà l’ultimo anno con i cinghiali in città». Ma nel frattempo «Putin» continua a seminare il panico caricando sempre più spesso chi in mano ha i sacchetti pieni di immondizia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA