Roma, chiama i carabinieri e minaccia di uccidersi con un taglierino: salvato 34enne

L'uomo è stato trasportato all’ospedale San Camillo per una valutazione psichiatrica

Mercoledì 5 Gennaio 2022

Ha chiamato il 112 minacciando il suicidio e nel frattempo continuava a ferirsi il corpo con un taglierino. E' successo questa notte, a Roma in zona Bravetta dove un giovane italiano di 34 anni ha contattato il numero unico, in stato di agitazione, minacciando di volersi suicidare e compiendo atti di autolesionismo procurandosi numerosi tagli agli arti e all’addome con un taglierino. Il Carabiniere, operatore della Centrale Operativa del Gruppo Carabinieri di Roma, compresa la situazione, con grande professionalità, è riuscito prima a conquistare la fiducia del giovane e successivamente, dopo averlo tranquillizzato, è riuscito a convincerlo a non ferirsi ancora.

 

Leggi anche > Roma, sicario spara un proiettile di grosso calibro, femore spezzato a un 27enne


Nel frattempo altro operatore dava istruzioni alla pattuglia del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Roma che in pochissimi minuti sono arrivati all'appartamento del 34enne, in zona Bravetta. I militari, dopo aver raggiunto la casa della persona che minacciava il suicidio, sono riusciti a farsi aprire la porta, quindi dopo averlo disarmato lo hanno affidato alle cure dei medici del 118 che lo hanno portato, in codice rosso ma non in pericolo di vita, all’ospedale San Camillo, per una valutazione psichiatrica. 

Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 16:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA