Roma, via al cantiere per la ristrutturazione di 57 alloggi Ater al Quarticciolo: «Sbloccata una situazione ferma da 20 anni»

Giovedì 29 Ottobre 2020

Parte oggi il cantiere per la integrale ristrutturazione nel complesso ATER di 57 alloggi in via Ugento a Quarticciolo. L’intervento mette fine ad una situazione di stallo che risale alla fine degli anni ’90 quando gli edifici versavano già in uno stato di grave degrado. Nel 2002 viene avviato un progetto che prevedeva il trasferimento dei residenti a Lughezzina e gli alloggi vengono immediatamente occupati. Da allora al 2019, a causa di rimpalli di competenze tra istituzioni, ogni intervento è stato bloccato, con un ulteriore aggravamento delle condizioni di degrado.

 

Leggi anche > Casa Papanice «ancora abbandonata», due mesi dopo l'appello alla Regina. L'interrogazione in Senato

Nel 2019, grazie anche alle nuove norme varate dalla Regione Lazio, ATER può effettuare – sul modello avviato a Corviale – un piano di censimenti e predisporre i progressivi temporanei trasferimenti dei nuclei familiari per effettuare i lavori. La prima tranche di questi trasferimenti avverrà a metà novembre in alloggi temporanei nello stesso quartiere. Gli interventi prevedono un investimento di circa 3,1 milioni di euro e i lavori si concluderanno entro due anni con il reinserimento delle famiglie.

 

«Con l'avvio dei lavori manteniamo un altro impegno preso: con la nuova norma regionale e un investimento di oltre 3 milioni di euro sarà possibile ristrutturare 57 alloggi e riqualificare il complesso Ater di via Ugento al Quarticciolo. Un'opera di risanamento attesa da troppo tempo con cui vogliamo sostenere il decoro abitativo e la rigenerazione delle periferie di Roma», dichiara Massimiliano Valeriani, assessore alle Politiche abitative della Regione Lazio.

«Dopo un complesso lavoro amministrativo e grazie alla normativa regionale si è finalmente sbloccata una situazione di stallo durata venti anni che ha portato gli alloggi di via Ugento ad un degrado insostenibile», dichiara il direttore generale di ATER Roma Andrea Napoletano. «Con tutte le cautele dovute alla pandemia, diamo oggi il via al cantiere, un intervento non più rinviabile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA