Movida, l'ordinanza anti alcol nel centro di Roma compie due mesi: chiusi 38 minimarket, più di mille controlli

Martedì 12 Aprile 2022 di Emilio Orlando
polizia_controlli_movida

Dopo due mesi dall’entrata in vigore dell’ordinanza antialcol firmata dal sindaco Roberto Gualtieri (che dispone la chiusura dei minimarket alle 22 in quattro municipi del centro) i risultati sono già apprezzabili. Chiusure e controlli a raffica da parte delle forze di polizia per contrastare la “mala movida” hanno fatto registrare un calo degli episodi violenti legati al consumo di bevande alcoliche. 


«Con la ripresa graduale delle attività commerciali e con l’aumento dei flussi turistici post pandemia - sottolinea il capo di Gabinetto della questura Giuseppe Rubino - abbiamo rafforzato i dispositivi di controllo del territorio nelle vicinanze dei luoghi dove c’è il maggiore afflusso di avventori. Polizia, Carabinieri e Municipale hanno effettuato, da quando è entrato in vigore l’obbligo di chiusura anticipata dei market nel fine settimana, più di mille controlli amministrativi, dove sono state identificate 11.500 persone, controllati 600 veicoli elevate 300 sanzioni, effettuate 38 chiusure e emessi dal questore Mario Della Cioppa 6 provvedimenti di allontanamento». 


Attraverso l’utilizzo del dispositivo di “Maxi Mod”, che prevede l’impiego interforze di uomini e mezzi, «preveniamo e reprimiamo anche i reati legati allo spaccio di stupefacenti che gravitano intorno ai quartieri dove si svolge la movida - illustra ancora Rubino -. Abbiamo già da tempo esteso i controlli, nella zona di San Lorenzo, non solo alle attività classiche di somministrazione di alcolici, ma anche alle cosiddette gallerie d’arte che, dietro la pubblicizzazione di eventi di vernissage artistici , somministrano in realtà alcolici ai presenti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA