Roma, cadavere nella valigia: ora è caccia ai pusher che vendono l'eroina killer

Lunedì 7 Giugno 2021 di Emilio Orlando
cadavere_valigia_droga_roma

Caccia ai pusher della morte. Una partita di eroina killer avrebbe stroncato il 37enne Luca De Maglie, il cui cadavere è stato ritrovato sabato mattina in piazza Federico Sacco chiuso in una valigia abbandonata dalla convivente, che si voleva sbarazzare del corpo. Luca De Maglie , con problemi di tossicodipendenza, era morto in casa da alcuni giorni, sembrerebbe per un’overdose di droga forse iniettata dalla compagna. La donna è indagata per occultamento di cadavere ma la polizia non esclude che sia stata aiutata da qualcuno per trasportare il trolley con dentro il corpo senza vita del compagno. 

 

 


La procura aprirà un’inchiesta per omicidio colposo e morte in conseguenza di altro reato derivante da cessione di sostanza stupefacente per risalire allo spacciatore della dose mortale. 
Nella zona operano diverse organizzazioni di narcotrafficanti africani che vendono l’eroina, anche sintetica derivante dal Fentanyl (un oppiaceo potente cento volte in più dell’eroina, che nel 2018 negli Usa ha provocato 60 mila morti). Pochi giorni fa, a San Basilio, poco distante dal luogo della tragedia di Pietralata è morto di overdose un altro tossicodipendente di nome Salvatore Fanciulli. Il 57enne frequentava e la piazza di spaccio del quartiere in via Morrovalle. 

Ultimo aggiornamento: 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA