Roma, bufera sul comandante dei vigili Angeloni: «Doveva essere accanto a Gualtieri e non sfilare»

La polemica nata nelle chat interne e rilanciata dai sindacati

Roma, bufera sul comandante dei vigili Angeloni: «Doveva essere accanto a Gualtieri e non sfilare»
Roma, bufera sul comandante dei vigili Angeloni: «Doveva essere accanto a Gualtieri e non sfilare»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Giugno 2022, 12:57 - Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 13:53

Una polemica a margine delle celebrazioni del 2 giugno per la Festa della Repubblica. Nella bufera finisce Ugo Angeloni, comandante della Polizia Locale di Roma Capitale: il capo dei vigili urbani, infatti, è accusato di aver violato il protocollo, marciando con i suoi agenti invece di presenziare accanto al sindaco Roberto Gualtieri.

Leggi anche > Festa della Repubblica, torna la parata dopo 2 anni di stop. Mattarella: «La pace non si impone». Sfilano medici, infermieri e sindaci

Una polemica nata nelle chat interne e rilanciata dai sindacati dei vigili urbani di Roma. «Pur apprezzando lo spirito cameratesco che vede un comandante alla testa dei suoi uomini, non possiamo non evidenziare come il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale, presenzi alla sfilata in rappresentanza delle Polizie Locali di tutti i Comuni d'Italia. In questo senso, prima di dare uno schiaffo al cerimoniale, che vuole il Comandante Generale a fianco nel Sindaco in tribuna autoritá, si sarebbe dovuto riflettere», ha dichiarato in una nota Marco Milano, segretario romano del Sindacato unitario lavoratori polizia locale (Sulpl).

L'episodio è stato stigmatizzato anche da Sergio Fabrizi, coordinatore nazionale Polizie Locali dell'Ugl: «Auspico un cambio di passo sulle politiche del Corpo da parte del sindaco Gualtieri. Ci sono diverse problematiche irrisolte e la testa di comando è importante, non solo nelle parate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA