ReiThera, D'Amato: «Vaccino a mRna? Cerchiamo la soluzione migliore ma conta il tempo»

Martedì 20 Aprile 2021
ReiThera, D'Amato: «Vaccino a mRna? Cerchiamo la soluzione migliore ma conta il tempo»

Vaccino Covid, mentre si attende l'arrivo delle prime dosi di Johnson&Johnson la potenza vaccinale italiana potrebbe presto vantare una nuova freccia al proprio arco: si tratta di ReiThera. Il vaccino anti-Covid sviluppato anche dall'Inmi Spallanzani è attualmente nel pieno della fase 2 della sperimentazione ma Alessio D'Amato, assessore alla Salute del Lazio, parla dei possibili scenari futuri.

 

Leggi anche > Bollettino Covid di martedì 20 aprile: 390 morti e 12.074 nuovi positivi. Calano ancora i ricoverati

 

Quando arriva il vaccino ReiThera? Occorre ancora attendere, dal momento che la fase 2 della sperimentazione sull'uomo è ancora in corso. Il vaccino di ReiThera è stato studiato per essere basato sulla tecnologia a vettore virale, come quelli di AstraZeneca e Johnson&Johnson. Non sono però esclusi cambiamenti nello sviluppo, come ha spiegato Alessio D'Amato. «Produrre ReiThera con la tecnologia a mRna? Si tratta di un dossier che ha il governo e verificheremo con loro quale sia la soluzione migliore» - le parole dell'assessore regionale alla Salute del Lazio - «A noi quello che interessa di più è il fattore tempo: la soluzione che arriva prima a disposizione dei cittadini per noi è la migliore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA