Roma, parco giochi trasformato in centrale di spaccio. Pusher giovanissimo in manette

Sabato 16 Gennaio 2021 di Emilio Orlando
La droga sequestrata

Si nascondeva fra gli alberi approfittando dell'oscurità in attesa dei tossicodipendenti. Quando si avvicinava l'acquirente, prendeva i soldi e gli cedeva la dose. Il tutto avveniva dentro un parco giochi a Colli Aniene, in via Melandri, sotto i palazzi fra le giostrine dei bambini. L'ultima vendita di cocaina però, al diciannovenne S.G. è costata una condanna ad un anno e tre mesi di reclusione con la pena sospesa. Durante il processo per direttissima il giudice lo ha condanno per spaccio di droga. L'arresto, convalidato durante l'udienza è avvenuto in flagranza di reato.

LEGGI ANCHE: Roma, trasportava i carichi di droga con l’auto dell’ambasciata: diplomatico in manette

Gli agenti in borghese del distretto di polizia di San Basilio, impegnati a contrastare il fenome del narcotraffico, particolarmente diffuso nella giurisdizione di competenza, lo hanno ammanettato dopo un inseguimento a piedi. I poliziotti hanno identificato anche la persona che poco prima aveva comprato la cocaina. Durante la perquisizione sono state sequestrate 3 dosi di cocaina, 40 grammi hashish, una pressa, materiale per il  confezionamento delle dosi e 825 euro in contanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA