Tentata estorsione a un imprenditore di Ostia: arrestati De Santis "er Nasca" e Paolo Papagni

Tra gli arrestati c'è anche Roberto De Santis, detto Nasca, condannato in via definitiva per la gambizzazione del boss Vito Triassi, avvenuta nel 2007 a Casalpalocco.

Paolo Papagni
Paolo Papagni
di Emilio Orlando
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 13:36 - Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio, 11:24

Roma, due uomini sono stati arrestati dopo aver tentato un'estorsione ai danni di un imprenditore. L'uomo, che aveva un appalto per la realizzazione di un complesso residenziale ad Ostia, era stato avvicinato con una 'proposta': «Ti proteggiamo se ci dai 500 mila euro». I nomi degli arrestati sono quelli di Roberto De Santisconosciuto negli ambienti criminali con il soprannome del "Nasca", e Paolo Papagni, molto noto negli ambienti dei balneari di Ostia.

Paolo Papagni (foto Mino Ippoliti)

Leggi anche > Roma, auto ibride nel mirino: i ladri rubano le costosissime batterie al litio

L'imprenditore ha denunciato il tentativo di estorsione e oggi i carabinieri del nucleo investigativo di Ostia, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, hanno arrestato due persone.Tra loro anche Roberto De Santis, detto Nasca, condannato in via definitiva per la gambizzazione del boss Vito Triassi, avvenuta nel 2007 a Casalpalocco. Le accuse nei confronti dei due arrestati è di concorso in tentata estorsione, aggravata tra l'altro dall'utilizzo del metodo mafioso.

In una nota la Procura si Roma spiega che gli accertamenti «hanno consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza in ordine alla commissione di una tentata estorsione, con le modalità tipiche delle organizzazioni criminale mafiose, nei confronti di un imprenditore, impegnato in un progetto per la realizzazione di un complesso residenziale sul territorio lidense. La richiesta, giustificata a fini di asserita protezione, è stata avanzata per l'ammontare complessivo di 500mila euro da versare in cinque rate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA