Jacopo Proietti, morto a 23 anni sul treno a Roma: disposta l'autopsia

Si cerca di dare risposte a una tragedia che ha sconvolto varie comunità

Martedì 12 Aprile 2022
Jacopo, morto a 23 anni sul treno a Roma: disposta l'autopsia

Jacopo Proietti, disposta l'autopsia per stabilire le cause della morte del 23enne. Il giovane, residente a Velletri, è morto nel pomeriggio di sabato scorso a Roma, a bordo di un treno regionale, in quel momento in transito nella stazione Tuscolana.

 

Leggi anche > Debiti per 2 milioni: l'Istituto per sordi di Roma rischia di chiudere

 

Stando alle testimonianze degli altri passeggeri, Jacopo sarebbe stato colto all'improvviso da un malore mentre sedeva al proprio posto. I soccorsi si erano rivelati vani e ora si cerca di dare una risposta a una tragedia che ha sconvolto diverse comunità. Jacopo Proietti studiava alla Lumsa di Roma, era residente a Velletri ma originario della provincia di Latina. Il padre, Aristide, è infatti presidente del Monumento naturale del lago di Giulianello ed è molto conosciuto e apprezzato nella comunità di Cori e Giulianello. «Ci stringiamo al grande dolore di Aristide Proietti, un dolore che colpisce tutti noi», ha dichiarato Mauro De Lilli, primo cittadini di Cori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA