Italia spezzata in due dall'incidente sull'A1, chi sono le vittime: Serena ed Enrica, le due pallavoliste romane

L'incidente sull'Autostrada del Sole tra i caselli di Fabro e Chiusi. Le due vittime erano dirette in Toscana

Italia spezzata in due dall'incidente sull'A1, chi sono le vittime: Serena ed Enrica, le due pallavoliste romane
3 Minuti di Lettura
Sabato 18 Giugno 2022, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 11:45

Sono due le vittime dell'incidente sulla A1 che ieri pomeriggio, intorno alle 14.30, ha tagliato in due l'Italia. Si tratta di due amiche che viaggiavano su una Fiat Panda: Serena Ursillo, di Sant'Angelo Romano, ed Enrica Macci, di Tivoli. Le due erano dirette in Toscana, dove avrebbero dovuto frequentare un corso per allenatori di pallavolo, ma lo schianto che ha coinvolto tre camion e cinque auto tra i caselli di Fabro e Chiusi ha ridotto in lamiere l'auto su cui viaggiavano. Le loro salme ora si trovano all'ospedale di Siena. Altri quattro automobilisti risultano feriti in maniera grave.

Pauroso incidente sull'A1: camion e auto coinvolti, due morti. Italia spezzata in due per ore

Chi erano le vittime dell'incidente sull'A1

Come si legge sul Messaggero, Serena Ursillo aveva giocato e poi allenato l'Amerina Volley ed era un'appassionata di batteria: aveva fatto parte di numerose band tra Lazio e Umbria. Enrica Macci era una giocatrice di volley e - si legge nel profilo del Giardino dei libri - era "psicologa dello Sport e del Benessere, allenatrice di pallavolo e si occupa da anni di migliorare la prestazione sportiva. Ha seguito diversi atleti professionisti ed è autrice e co-autrice di numerosi articoli. Il lavoro da ricercatore nel campo delle Neuroscienze Cognitive, le ha permesso di sviluppare nuove metodologie di allenamento mentale. Recentemente, ha messo a punto un protocollo di lavoro basato su una fusione di tecniche di tipo corporeo e non, che si integrano ottimamente al lavoro sportivo sia con gli atleti sia con persone che vogliono migliorare il benessere psicofisico. Nello sport, ha iniziato con l'Atletica Leggera ed ha militato per molti anni in campionati del volley. Ha praticato a livello amatoriale Biathlon Atletico e Tiro a Segno. Negli ultimi anni è diventata appassionata e praticante di Speleologia, Alpinismo e Torrentismo.psicologa dello sport e autrice anche di pubblicazioni in materia, aveva allenato in diverse società del centro Italia”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA