Gaia e Camilla, slitta la sentenza per Pietro Genovese. I pm chiedono una condanna a 5 anni

Venerdì 30 Ottobre 2020
Gaia e Camilla, slitta la sentenza per Pietro Genovese. I pm chiedono una condanna a 5 anni

Oggi doveva essere il giorno della sentenza per Pietro Genovese, il giovane di 19 anni accusato di omicidio stradale plurimo per aver investito e ucciso due ragazze a Roma. Le giovanissime vittime avevano 16 anni e si chiamavano Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli: il fatto avvenne in Corso Francia nella notte tra il 21 e il 22 dicembre dell'anno scorso. La procura ha chiesto una condanna a 5 anni.

 

Il processo, che si è svolto con il rito abbreviato davanti al gup Gaspare Sturzo, andrà avanti perché il giudice prima di decidere ha deciso che ritiene necessario sentire i consulenti della procura e i testimoni e ha fissato altre sue udienze: 4 e 14 novembre. Il giovane imputato ha sempre detto di non aver visto le due ragazze che - secondo il consulente della procura - avrebbero attraversato la strada col semaforo rosso, di notte, mentre pioveva. Secondo gli avvocati delle famiglie delle vittime invece le ragazze furono investite sulle strisce pedonali e mentre attraversavano la carreggiata col semaforo verde.​

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA