Fiumicino, maxi sequestro all'aeroporto: in un bagaglio trovati 7 mila farmaci anti-Covid tossici

Sabato 23 Gennaio 2021

I carabinieri del Nucleo Aifa alle dirette dipendenze del Comando carabinieri per la Tutela della Salute, in collaborazione con i funzionari dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli di Fiumicino, nel corso di un'attività di contrasto al traffico illegale di farmaci anti-Covid 19 sul territorio nazionale, hanno rinvenuto e sequestrato all'aeroporto di Fiumicino circa 7.000 unità di farmaci trasportate illegalmente.

 

Nel dettaglio, si tratta dicirca 6.840 capsule e 66 confezioni di flaconi, per un valore di circa 30 mila euro, di specialità medicinali provenienti dal continente africano, di natura antibiotica e antinfiammatoria ad uso umano, asseritamente utilizzati anche nella terapia anti Covid. I farmaci, potenzialmente pericolosi per la salute umana a causa della presenza di principi attivi altamente tossici, erano trasportati clandestinamente all'interno di un bagaglio di un cittadino africano. Erano sprovvisti di idonea certificazione medico sanitaria e delle prescritte autorizzazioni del ministero della Salute.

Ultimo aggiornamento: 11:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA