Fiumicino, dipendente di un ristorante positivo al coronavirus. Il sindaco: «Chi è stato lì faccia il tampone»

Sabato 27 Giugno 2020

In base alla comunicazione definitiva della Asl RM3 coloro che hanno frequentato il locale bistrot 'Indispensa' a Fiumicino, dove un dipendente è risultato positivo al Covid 19, a partire dal giorno 21 giugno, devono recarsi presso il Drive-in di Casal Bernocchi, in via Villa di Cilone, per effettuare il tampone naso-faringeo.
Per tutti vige l'obbligo di attenersi alle misure di isolamento domiciliare fiduciario fino a che non si avranno i risultati. Lo comunica il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

Leggi anche Coronavirus, negli Usa 40mila contagi in 24 ore: è il numero più alto di sempre

«Tengo a precisare - spiega il sindaco - che non è necessario andarci immediatamente, anche perché in questo momento c'è una lunga fila di persone che si sono già portate sul posto per effettuare lo stesso tipo di esame. È possibile, invece, diluire le presenze nei prossimi giorni. Il personale della Asl RM3, infatti, sarà sul posto anche  sabato 27 giugno, domenica e lunedì dalle 8.30 alle 14». «Faccio inoltre appello - conclude il sindaco - a tutti i cittadini e agli esercizi commerciali, in particolare ai ristoranti e ai locali di intrattenimento, agli stabilimenti balneari, di rispettare rigorosamente le regole, il distanziamento, l'uso delle mascherine e degli igienizzanti, ma è fondamentale che i gestori prendano anche i nomi e i recapiti delle persone presenti nel locale stesso. Si tratta di un provvedimento molto importante per controllare la situazione. Lo ribadisco: non si deve assolutamente sottovalutare nulla in questa fase e vi deve essere il massimo rispetto delle regole».

In caso di comparsa dei sintomi compatibili con un quadro di Covid-19 (febbre, tosse, mialgia, difficoltà respiratoria, congiuntivite, diarrea, vomito, malessere generale) nel periodo di isolamento o nei 14 giorni successivi all'ultimo accesso al locale, allo scopo di contenere l'eventuale contagio, si raccomanda che la persona interessata chiami il medico curante e, se necessario, i numeri dedicati: 1500 (numero nazionale),800118800 (numero regionale), 3336107008 o 33336107007 o 3387916706 (numeri ASL Roma3) per avere indicazioni.

Ultimo aggiornamento: 09:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA