Covid, a Roma il test nelle scuole è come una “gomma”

Mercoledì 7 Ottobre 2020 di Lorena Loiacono
test_salivare_covid_scuole_roma

Arriva a Roma una speciale gomma da masticare per smascherare il Covid nei bambini. Si tratta di un test veloce e indolore, destinato soprattutto agli alunni più piccoli. Alle superiori proseguono invece i test nasali. Il nuovo test è sbarcato ieri a Fiumicino, il nuovo test salivare per i bambini, e ora sarà disponibile anche nelle scuole della Capitale: si parte dai Colli Portuensi. Un esame semplice, adatto agli alunni più piccoli dalla Materna alle Medie, che ora verrà effettuato all’Ic Crivelli nel Municipio 12 e in una scuola di Cesano. 
COME UN CHEWINGUM. Meno invasivo del tampone che “entra” con la sua doppia cannula soprattutto nelle narici, il nuovo test salivare sarà semplicemente una spugnetta da mettere in bocca. Il prodotto si mastica per due minuti e poi si porta al laboratorio di analisi dell’ospedale San Camillo. 
FUNZIONA COSI'. La preparazione al test “su gomma” prevede semplicemente di non lavarsi i denti dalla sera precedente e di non mangiare nella mezz’ora precedente al prelievo. Il bambino deve masticare per due minuti questa sorta di spugnetta che, poi, verrà risposta in una provetta, con l’indicazione del nome e cognome e portata ad analizzare. 
LE ANALISI Il prelievo è antigenico e, nel caso ci fosse il risultato positivo, lo stesso campione verrebbe utilizzato anche per l’analisi molecolare. In questa fase pilota si faranno mille test, circa 200 al giorno: devono essere analizzati entro due ore e da lì la risposta è immediata. La prime prove a Fiumicino hanno dato esito negativo. 
A TAPPETO Proseguono anche i tamponi nasali nelle scuole superiori, con i medici delle Asl concentrati soprattutto negli istituti dove si sono registrati casi di Covid: come al Russell, Orazio e Manara. 
POSITIVI TRA I BANCHI Si allunga intanto la lista delle scuole dove vengono registrati casi di positività. Dopo i più recenti casi del Tasso, Giulio Cesare, Montale e Avogadro, ecco infatti altri istituti di Pomezia: prima i casi dei licei Pascal e Trilussa, poi le classi in quarantena del liceo Picasso e della scuola media Orazio. 
GUAI ELEMENTARI E’ risultato positivo un bimbo di quinta elementare dell’Istituto Montessori di piazzale Adriatico, in zona Montesacro. La Asl Roma 1, competente di zona, ha contattato la scuola ed è partita la quarantena non solo per la classe del ragazzino positivo ma anche per altre due classi che sono entrate in contatto con lui. Resteranno in isolamento per 14 giorni prestabiliti. In quarantena anche due classi della scuola “Piero della Francesca”, nella zona di San Giorgio di Acilia: i medici della Asl Roma 3 hanno riscontrato tre positivi e hanno messo in isolamento le due classi interessate.

Ultimo aggiornamento: 08:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento