Roma, via al coprifuoco: chiuse le piazze della movida. Strade semi-deserti e locali vuoti

Sabato 24 Ottobre 2020

È scattato il coprifuoco a Roma e nel Lazio: nessuno potrà uscire di casa, se non per motivi legati a esigenze lavorative o di urgente necessità, ovvero per motivi di salute. L'ordinanza firmata dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, dispone il blocco degli spostamenti nella Capitale e nell'intera regione a partire da mezzanotte fino alle 5 del mattino, per una durata di 30 giorni. In caso di controlli da parte delle forze dell'ordine, è necessario esibire l'autocertificazione. Pochi "facinorosi" si sono riuniti questa sera in zona Ostiense, per esibire uno striscione alla luce dei fumogeni, come documentano diverse foto e video su twitter. 

 

 

Non solo blocco totale notturno: con l'ordinanza firmata dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, sono chiuse al pubblico, nelle giornate di venerdì e sabato, dalle ore 21 alle 24, le aree della movida romana di Campo de Fiori, piazza Trilussa nell'area della scalinata, piazza Madonna dei Monti, le aree pedonali di via del Pigneto e via Pesaro.

 

La situazione, ad esempio, nella zona dell'isola pedonale del Pigneto, luogo simbolo della movida romana, si presentava dopo le 21 di questa sera con molti locali semivuoti e strade quasi deserte. L'accesso alla nota via è stato transennato e delimitato da nastri con le forze dell'ordine in presidio e la possibilità solo di camminare nel corridoio aperto dell'isola per raggiungere pub e ristoranti. Il provvedimento, infatti, prevede la chiusura delle aree di maggiore affollamento per contenere e gestire l'emergenza coronavirus. La possibilità di chiudere alcune piazze era stata prevista dall'ultimo decreto della presidenza del consiglio dei ministri che affidava ai comuni la decisione di assumere simili provvedimenti.

 

L'ordinanza firmata ieri sera dalla prima cittadina sarà valida fino al 13 novembre «fatta salva la possibilità di successiva reiterazione e/o modificazione in conseguenza dell'evolvere della situazione epidemiologica». Per chi violerà il provvedimento sono previste sanzioni da 400 a mille euro. Piazze e strade della movida capitolina dunque, come annunciato ieri dal prefetto di Roma Matteo Piantedosi, sono state transennate, delimitate da nastri e controllate dalle forze dell'ordine.

 

«Dalle 24 di questa notte scatta il divieto di spostamenti notturni fino alle 5 del mattino in tutto il Lazio - ha dichiarato oggi il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti -. Questa misura, lo voglio sottolineare, è importante per scongiurare il lockdown, perciò l'impegno di tutti è fondamentale, vinciamo insieme la sfida che da mesi stiamo affrontando. So bene quanto possa sembrare difficile, ma è un passo necessario che può rivelarsi decisivo, non molliamo, continuiamo a restare uniti, rispettiamo le regole e ricordiamoci sempre: mascherine, mani igienizzate e distanziamento sociale», ha concluso Zingaretti

Ultimo aggiornamento: 08:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA