Roma, coppia di commercianti in difficoltà vittima di usura ed estorsione durante la pandemia: due in manette

Sabato 13 Marzo 2021 di Emilio Orlando
Polizia del Distretto di Primavalle

L'acquisto di un negozio si è trasformato in un incubo per una coppia di commercianti. Il sogno di rilevare l'attività commerciale di internet point e di sala scommesse, si è infranto al pronto soccorso dopo essere stato picchiato da due pericolosi criminali impiegati nel recupero crediti violento e nell'usura. Ad averglieli presentati, come amici e benefattori il gestore precedente del negozio. Interessi da capogiro pari all' 840% mensile.  A fronte di un prestito di 5.000 euro i malviventi hanno preteso la restituzione di 8.500 euro il mese successivo ed ulteriore altre rate che, il commerciante e la compagnia, dopo aver dato fondo a tutti i loro risparmi, non sono più riusciti a restituire scatenando i due estorsori che, hanno preso a calci e pugni l'uomo in strada davanti al negozio davanti a decine di passanti. «Te lo facciamo saltare in aria il tuo negozio»; alle percosse seguivano anche le minacce. 

 

LEGGI ANCHE: Emergenza usura nella Capitale. Tre gang senza scrupoli in manette.

 

La polizia del Distretto di Primavalle, dopo un'indagine lampo degli investigatori di Tiziana Lorenzo hanno arrestato Alessandro Tracogna di 45 anni ed il trentunenne Luca Mazza. Per entrambi il sostituto procuratore Antonino Di Maio ha chiesto ed ottenuto dal giudice per le indagini preliminari Alessandra Boffi, un'ordinanza di custodia dove vengono profilate le accuse di estorsione ed esercizio abusivo dell'attività finanziaria a carico dei due pericolosi malviventi.

 

I fatti, su cui la squadra anticrimine di Primavalle ha indagato, si sono svolti nell'internet point e servizi telematici di via Cardinal Garampi. il commerciante dopo aver richiesto un prestito statale per avviare una start up e non potendolo ottenere perché era segnalato come cattivo pagatore, è stato “convinto” dal precedente gestore dell'attività che voleva rilevare ad accettare un piccolo aiuto economico da alcuni suoi “amici”, che si sono materializzati quando lo hanno picchiato in mezzo la strada per riavere altri interessi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA