La sottosegretaria alla cultura Borgonzoni: «Al Colosseo bagarini, venditori abusivi e borseggiatori. Lavoriamo a un piano straordinario»

Domenica 1 Agosto 2021
Lucia Borgonzoni: «Bagarini, venditori abusivi e borseggiatori intorno al Colosseo situazione critica. L'area va messa in sicurezza»

Sottosegretario Borgonzoni, le immagini del Colosseo durante il G20 della cultura hanno conquistato il mondo. 

«Vero, però le assicuro che il giorno dopo ho fatto una passeggiata nella zona e sono rimasta stupita e senza parole per quello che c'è intorno al Colosseo». 

 

Cosa ha visto?

«La zona intorno al Colosseo piena di venditori abusivi, e bagarini. Una cosa impensabile, ancor più ora che non potrebbero che essere venduti online».

 

Venditore abusivo davanti al Colosseo

 

È rimasta colpita?

«Era una quantita di persone esorbitante. E ora che ci sono ancora pochi turisti - circa 7mila al giorno - le cose vanno ancora peggio».

 

Perché vanno peggio?

«Innanzitutto perché queste persone così si notano di più, ma soprattutto con poca gente, con pochi "possibili clienti" sono molto più aggressivi. Ma questo è un problema che viene da lontano. Me ne ero occupata già in passato».

 

abusivi davanti al colosseo. 

 

Ora cosa si può fare?

«Un mese fa ho scritto una lettera al Sindaco di Roma e al Prefetto per chiedere un incontro »

 

E avete avuto un incontro.

«Si, e lo ringrazio per questo. Non si è trattato di un incontro interlocutorio, ma operativo, mettendo l’argomento Colosseo, come primo all'ordine del giorno del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica. Nel corso dell’incontro, tenutosi ieri in Prefettura, mentre si svolgeva il G20 della Cultura, si è fatto il punto sulle criticità che interessano l’area esterna il Parco Archeologico, quindi la presenza di venditori abusivi, bagarinaggio e borseggio»

 

Che genere di provvedimenti immagina?

«Settimana prossima il Questore di Roma riunirà questo tavolo tecnico per intensificare i controlli, il pattugliamento misto e l’applicazione dei mini daspo per chi esercita la vendita abusiva di merci e il bagarinaggio di biglietti di accesso al Colosseo. Agire in questo momento di non affollamento, ma di costante crescita di turisti, con energia e forza, in contrasto a questi storici fenomeni, aiuta a ridipingere la più bella cartolina del Mondo, il Colosseo. Il MiC, il Parco Archeologico del Colosseo e le Forze dell’Ordine rafforzeranno sempre più la collaborazione e faranno del modello Colosseo il paradigma per tutto il territorio nazionaleti, fatti anche da poliziotti in borghese. Tutto questo comunque passerà dal tavolo del questore»

 

C'è un problema di immagine 

«Certo perché poi i turisti scrivono sui siti quello che hanno visto e vissuto e lo raccontano tornati a casa agli amici e ai parenti. Inoltre temo che con l'aumentare delle persone possano crearsi anche le condizioni ideali per borseggiatori o ladri. E inoltre queste persone si approfittano delle buona fede dei turisti e creano un danno alle guide regolari. Costoro si presentano con vestiti simili alle persone addette al colosseo, traendo in inganno i turisti. E, in buona fede, pensano di avere a che fare con delle persone che lavorano in quel luogo, come penseremmo tutti trovandoci davanti alla secodna attrazione più visitata al mondo dopo la Muraglia cinese. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA